Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Presidente eletto dell'Ecuador sollecita accordi verso mete nazionali

Quito, 19 apr (Prensa Latina) Il presidente eletto dell'Ecuador, Lenin Moreno, confermato dopo il nuovo conteggio dell’11,2% dei voti del ballottaggio, ha convocato oggi l’opposizione ad un lavoro congiunto per ottenere grandi mete per questa nazione sud-americana. 

 
“È ora di accordi per i grandi obiettivi nazionali. La democrazia è fortificata, guardiamo al futuro nessuno ci trattiene!”, assicurò Moreno nel suo account nella rete sociale Twitter. 
 
Il suo messaggio riassume i reiterati appelli fatti durante la campagna elettorale, quando convocò i gruppi politici, ed ai differenti settori della nazione, al dialogo in onore del lavoro congiunto per lo sviluppo nazionale. 
 
Il vincitore nel primo e secondo turno dei suffragi generali, effettuati il 19 febbraio ed il 2 aprile, rispettivamente, enfatizzò anche nel trionfo della sua formazione politica, il Movimento Alleanza Paese, dichiarata vincitrice, quando il Consiglio Nazionale Elettorale ricontò un 1.275.450 schede. 
 
“Dopo il nuovo scrutinio di 1,2 milioni di voti, si conferma il trionfo di @35PAIS. Grazie, non li defrauderemo! L'Ecuador vuole pace e lavoro”, ha insistito. 
 
Nel nuovo conteggio, le autorità sollecitarono la presenza delle due organizzazioni politiche contendenti, il governativo Alleanza Paese e l'oppositrice CREO-SUMA, ma non si presentò, nonostante avesse sollecitato molti reclami presso l'ente direttore delle elezioni. 
 
L’operazione di verifica ha concesso un centesimo di più a favore di Moreno e del suo compagno di formula Jorge Glas, e si è conclusa con un 51,16% dei voti per il Movimento Alleanza Paese, che nello scrutinio del 2 aprile raggiunse 51,15 punti percentuali. 
 
CREO-SUMA ha ottenuto il 48,84%, differenza minima rispetto al 48,85% ottenuto nel ballottaggio. 
 
Ig/scm