Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Denunciano assassinio di ex-guerrigliero colombiano amnistiato

Bogotà, 20 apr (Prensa Latina) Uno degli ex-guerrriglieri delle FARC-EP amniastiato in virtù dell'accordo di pace è stato assassinato questa settimana, confermò oggi questo movimento colombiano in un comunicato firmato dal comando della zona di transizione situata a Tumaco, nello stato di Nariño. 

 
L'ex-combattente chiamato Luis Alberto Ortiz, che recuperò la libertà nell'ultimo mese grazie alla legge di amnistia ed indulto, è stato attaccato con un'arma da fuoco fatto che gli causò la morte, denunciò la stessa fonte. 
 
Questo fatto criminale che si somma ad altri omicidi causati -secondo persone della comunità - da un uomo soprannominato Renol ed appartenente ad una banda attiva nella zona, genera preoccupazione ed incertezza nel municipio di Tumaco, sottolinea la nota. 
 
Inoltre, detto comando delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia-Esercito del Popolo (FARC-EP) ha criticato il mancato impegno delle autorità per compiere i patti firmati il passato 24 novembre, particolarmente con la promessa di combattere i gruppi paramilitari, considerati una minaccia per la cittadinanza, per i guerriglieri in processo di disarmo e scarcerati. 
 
Secondo RCN La Radio il vicepresidente appena eletto, Oscar Naranjo, chiese celerità nelle investigazioni su questo caso ed assicurò che l'attuale amministrazione non permetterà dopo episodi simili al genocidio sofferto decadi fa dal partito Unione Patriottica (UP). I colombiani ricordano che UP, sorto nel 1984 da un fallito processo pacificatore, perse ad oltre 5000 dei suoi militanti che sono stati assassinati. 
 
Ig/ap