venerdì 12 Luglio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Noam Chomsky, simbolo ed anticonformista

Murio-a-los-95-anos-reputado-linguista-estadounidense-Noam-Chomsky-1-1-1
Pensatore di livello mondiale, Noam Chomsky è uno degli intellettuali più energici, coraggiosi ed essenziali dell'epoca.

Julio Yao, l’autore dell’articolo, ci racconta di aver incontrato Noam durante il grido luminoso e ribelle del Forum Sociale Mondiale tenutosi a Porto Alegre, in Brasile, nel 2003, che proclamava “Un altro mondo migliore è possibile!”
La folla entusiasta aspettava il “cocalero” boliviano, Evo Morales Ayma, che non è potuto arrivare a causa del destino.
“Ma siamo stati accolti, riuniti e sostenuti, tra gli altri, dal Premio Nobel per la Pace nel 1975, l’argentino Adolfo Pérez Esquivel, Presidente del Servizio Latinoamericano di Pace e Giustizia (Serpaj), e dall’autore di “Las Venas Abiertas de América Latina”, l’uruguaiano e universale Eduardo Galeano, che vedendomi esclamò: Julio, ecco il tuo libro, Il Canale di Panama, Calvario de un Pueblo! Ero lì perché presiedevo il capitolo Serpaj-Panama, in compagnia del suo leader, Vicente Archibold”.
Chomsky, statunitense e cittadino del mondo, simbolo ed anticonformista allo stesso tempo, ha combattuto il feticismo, il capitalismo brutale, il sionismo ed il nazismo che soggiogano e minacciano l’umanità sotto false spoglie democratiche.
Ateo, poliedrico e difensore dell’umanità più povera del pianeta, nemico della politica estera del suo paese, soprattutto nei confronti della regione latinoamericana, Chomsky è un socialista libertario, anarcosindacalista, che difende sia Cuba che Panama.
Dopo l’invasione militare di Panama da parte degli Stati Uniti nel 1989, Chomsky dichiarò che Manuel Antonio Noriega collaborò con Washington in America Centrale, ma non con l’invasione sandinista del Nicaragua, e che questo militare non era peggiore di nessuno dei tanti dittatori dell’America Latina e del mondo sostenuti dalla Casa Bianca, come Saddam Hussein, Mobutu, Suharto dell’Indonesia, Duvalier, ecc.
Secondo Chomsky, gli Stati Uniti consideravano Noriega peggiore di Attila, l’Unno. Chomsky lo paragonò invece a Santa Teresa.
Lo scopo del paese statunitense era quello di rovesciare Noriega per mettere al potere governanti sottomessi a Washington, come Endara, Arias Calderón y Ford, prima del 1999, quando scadeva il trattato sul Canale.
Dopo l’invasione, Panama è diventata un grigio protettorato degli Stati Uniti, mascherato e nascosto sotto l’apparente splendore della sua posizione geografica.
Chomsky, invece, difende Cuba come l’unico paese veramente solidale e non terrorista, il cui unico crimine è quello di sfidare con successo l’ingiusto bloqueo statunitense.
Secondo Chomsky, l’unica riparazione giusta e responsabile sarebbe quella di riprendere relazioni rispettose e cooperative tra Washington e L’Avana.
Chomsky si rivela cittadino del mondo superando la sua condizione ebraica e protestare contro il genocidio ed il crimine contro l’umanità contro il popolo palestinese.
Auguriamo lunga vita al grande poeta di un Mondo Migliore: Noam Chomsky.

Julio Yao, collaboratore panamense di Prensa Latina

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE