ESCLUSIVO

Bolivia ritornerà alla sua rivoluzione democratica con o senza Evo Morales

Bolivia ritornerà alla sua rivoluzione democratica e culturale con o senza Evo Morales, e questo è solo questione di tempo, ha assicurato in Messico l'ex presidente in un'intervista esclusiva con Prensa Latina. 

Tutto può succedere in Bolivia, afferma Alvaro Garcia Linera

Quello che succederà in Bolivia è difficile da prevedere, tutto può succedere: esaurimento per paura, o rottura delle tolleranze e che si sviluppi un'ondata di richieste di risarcimento, ha detto l'ex vicepresidente boliviano Alvaro Garcia Linera. 

Immigrazione negli Stati Uniti, candidati democratici contro Trump

A meno di un anno dalle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, il tema dell'immigrazione occupa uno spazio importante nell'agenda dei candidati democratici, le cui proposte differiscono dalle attuali politiche governative. 

L'OSA, Bolivia e la negazione del golpe che sì, è stato perpetrato

Mentre nazioni come Messico, Uruguay, Nicaragua, ed Antigua e Barbuda hanno condannato il golpe di Stato in Bolivia, l'Organizzazione degli Stati Americani (OSA) continua a rifiutarsi oggi di riconoscere come tale quanto successo nel paese sud-americano. 

Cuba affronta un bloqueo assurdo, sottolinea Salim Lamrani

Durante quasi sei decadi di applicazione, il bloqueo economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro Cuba ha ricevuto le qualifiche più diverse, da ingiusto e criminale fino ad aberrante e genocida. 

Fine del bloqueo statunitense contro Cuba, reclamata da quasi 30 anni all’ONU

L'Assemblea Generale dell'ONU ha manifestato il suo rifiuto al bloqueo degli Stati Uniti contro Cuba per 27 anni consecutivi, e reclama l'urgenza di mettere fine a questo meccanismo che appare come il principale ostacolo per lo sviluppo dell'isola caraibica. 

Incidenti gravi hanno chiuso “Super Lunes” di proteste in Cile

Incidenti gravi sono successi durante il “Super Lunes” di proteste in Cile, nel quale centinaia di persone sono uscite nuovamente e pacificamente sulle strade e sono state perseguite in maniera violenta dalle forze dell’ordine. 

Cile in modo Protesta

Dopo l’allegria legittima davanti al fatto ineccepibile della sconfitta del governo del presidente cileno, Sebastian Piñera e la destra politica davanti ad un popolo in marcia di massa, si impone il punto interrogativo sul futuro del movimento, di una conseguenza legittima, ma contemporaneamente efficace della protesta. 

Risultati preliminari dell’operazione turca nel nord di Siria

Dal 9 ottobre scorso, quando Turchia ha lanciato un'operazione denominata “Fonte di pace”, i risultati preliminari dimostrano che più di 160 mila sono gli sfollati e distruzioni significative al nord della provincia siriana di Hasaka. 

Governo cileno conferma 15 morti durante le proteste

Il sottosegretario dell'Interno del Cile, Rodrigo Ubilla, ha confermato il 22 ottobre la morte di 15 persone nelle proteste degli ultimi giorni contro le politiche economiche del governo di Sebastian Piñera.