ESCLUSIVO

USA-Cuba, tra passi indietro e il desiderio di relazioni migliori

Ad un anno dalla decisione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump,di fare marcia indietro nell’avvicinamento con Cuba, sono evidenti due realtà: il peggioramento delle relazioni e l'interesse di molti settori per migliorarle.

Sahara Occidentale in agenda del vertice regionale

Due settimane prima del principio del 31º Vertice dell'Unione Africana (UA) il tema del Sahara Occidentale, uno di quelli previsti dall'appuntamento, riempie oggi le aspettative dell'opinione pubblica. 

Argentina: l'accordo coll’FMI e la risposta dell'opposizione

Dopo settimane di attesa, il Governo argentino ha annunciato, alla fine, che ha chiesto aiuto finanziario all’FMI per più di 50 mila milioni di dollari, mentre l'opposizione, preoccupata e scontenta, insiste che questa decisione così importante deve essere discussa nel Congresso. 

Masaya, dalla prosperità al caos

Conosciuta come la città dei fiori, Masaya è passata dalla prosperità al caos, dopo essere stata raggiunta dalla violenza sfrenata in Nicaragua da più di 40 giorni. 

Rafael Correa: c'è un assalto del passato neoliberale in America Latina

L'ex presidente dell'Ecuador, Rafael Correa ha sottolineato che l'America Latina vive oggi un assalto del passato neoliberale, valutando l'attuale scenario nella regione. 

Gli attacchi sonici non sono mai esistiti, afferma scientifico di Cuba

La tesi brandita dal governo degli Stati Uniti degli attacchi sonici contro i suoi diplomatici non ha argomenti scientifici e continua senza dimostrarsi, ha sentenziato lo specialista cubano, Nelson Gomez. 

Festival Arti di Cuba negli USA incoraggia nuovi sogni

Quando manca poco più di una settimana dalla sua conclusione, il Festival Arti di Cuba, che si è svolto dall’8 maggio nel Centro John F. Kennedy, di Washington, supera le aspettative e sveglia nuovi sogni. 

Ancora più legna al fuoco negli abusi sessuali della chiesa in Cile

Nuove denunce di abusi sessuali commessi dai ministri della Chiesa cattolica in Cile hanno aggiunto ancora più legna al fuoco, in mezzo a scandali senza precedenti che hanno obbligato il Vaticano ad intervenire. 

Dal Guatemala, un messaggio per Jimmy Morales su Israele

Mentre a Gerusalemme il presidente guatemalteco, Jimmy Morales, ha inaugurato l'ambasciata del suo paese, uno striscione in Città del Guatemala ha lasciato un chiaro messaggio: “Israele: stato genocida/Amici  sì, però con Palestina libera”. 

Daniela Vega, al di sopra dei diritti riconosciuti

L'attrice transessuale cilena Daniela Vega ha ottenuto molti premi internazionali, ma sente che le manca qualcosa come essere umano e non è un riconoscimento, bensì un diritto.