Articles

Porto Rico riporta 13 morti dopo il passaggio dell'uragano Maria

San Juan, 22 set (Prensa Latina) Il governatore di Porto Rico, Ricardo Rossellò, informò oggi che valutazioni preliminari indicano un saldo di 13 morti e circa 700 persone riscattate dalle inondazioni dopo il passaggio dell'uragano Maria. 

 
Denominò Maria come il temporale più devastatore in un secolo per la sua distruzione dell'infrastruttura dell’elettricità e delle telecomunicazioni del territorio statunitense. 
 
Si calcola che 140 mila persone rimasero senza energia elettrica e 17 mila furono evacuate delle loro case per non vivere con condizioni per sopportare i colpi del fenomeno meteorologico. 
 
Il Centro Nazionale degli Uragani spiegò che alcune aree nell'isola registrarono accumulazione di pioggia di più di un metro di altezza, ed ha sottolineato il pericolo di frane per il diluvio. 
 
Porto Rico è completamente devastato, manifestò il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dopo dichiarare il territorio di 3,4 milioni di persone come zona di disastro, una misura che libererà fondi di soccorso ed emergenza. 
 
Maria al suo passaggio causò almeno 33 morti nell'area dei Caraibi, 15 in Dominica, tre in Haiti e due in Guadalupe, si muove nel mare a circa 35 chilometri all'est delle isole Turks e Caicos e Bahamas, con categoria tre nella scala di Saffir-Simpson, e venti massimi sostenuti di 205 chilometri all’ora. 
 
Ig/odf