Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Dopo cinque mesi, Costituente Venezuelana continua la sua battaglia per la pace

Il risultato della stabilità del Venezuela ed il confronto alla guerra economica imposta dagli Stati Uniti, continua oggi nel centro di attenzione dell'Assemblea Nazionale Costituente (ANC) dopo cinque mesi della sua instaurazione. 

 
Questo obiettivo del forum plenipotenziario, profondamente legato alle mete del paese per il 2018, si concatena con la sua missione di appoggiare la pace della nazione sud-americana, minacciata in maniera permanente dall'assedio di Washington e dei suoi fedeli della destra nazionale. 
 
Solo con la sua installazione, dopo i suoi suffragi del 30 luglio 2017, l'ANC ha compiuto il suo compito iniziale di portare la tranquillità ai venezuelani che hanno sofferto per circa quattro mesi azioni destabilizzanti promosse dall'opposizione, che hanno causato più di un centinaio di morti, un migliaio di feriti ed abbondanti danni materiali ed ecologici. 
 
Posteriormente, i 545 legislatori popolari, con l'ex cancelliera Delcy Rodriguez come la loro presidentessa, hanno avanzato nel consolidamento della convivenza pacifica tra i venezuelani con la rimozione dell’incarico dell'allora fiscale Luisa Ortega i cui commenti antigovernativi si sono trasformati nel marchio delle azioni violente contro la Rivoluzione Bolivariana e per il rovesciamento del presidente Nicolas Maduro. 
 
Invece di Ortega, ora latitante della giustizia per la sua implicazione inoltre in una rete di estorsione che operava nel Pubblico Ministero, hanno nominato l’allora Difensore del Popolo Tareck William Saab che da quel momento dirige un'investigazione appoggiata dal governo bolivariano contro la corruzione nella nazione sud-americana. 
 
Dette indagini hanno rivelato una cospirazione contro PDVSA Petroli del Venezuela, S. A., che è stata interrotta e che perseguiva la distruzione del governo bolivariano attraverso l'implosione della principale fonte delle entrate dello Stato e così colpire il finanziamento dei programmi sociali del paese. 
 
L'ANC ha favorito inoltre la radicalizzazione del carattere popolare del governo del Venezuela con l'anticipo delle elezioni dei governatori, il 15 ottobre, e la celebrazione dei suffragi municipali del 10 dicembre. 
 
Questi eventi democratici, nei quali si sono raggiunti indici storici di partecipazione cittadina, hanno dimostrato la forza raggiunta dalle forze rivoluzionario “chaviste” in mezzo ai panorami complessi dal punto di vista politico ed economico. 
 
In questo periodo, la Costituente Venezuelana ha creato inoltre la Commissione per la Verità, la Giustizia, la Pace e Tranquillità Pubblica, diretta sempre da Delcy Rodriguez col fine di impartire giustizia alle vittime e determinare i responsabili della violenza politica che ha colpito Venezuela dal 1999 fino al 2017. 
 
Tra i suoi primi risultati in quell'aspetto sottolinea l'approvazione della Legge Costituzionale contro l'Odio, per la Convivenza Pacifica e la Tolleranza presentata dal presidente venezuelano. 
 
Nonostante, una delle sue maggiori sfide è stata il confronto alla guerra economica ed al blocco finanziario imposto dagli Stati Uniti per asfissiare il popolo del paese sud-americano e provocare un panorama di destabilizzazione che apra le porte alle pregiate risorse del Venezuela. 
 
Come strategia per il combattimento contro la speculazione e proteggere le entrate delle famiglie venezuelane, i legislatori popolari hanno promulgato la Legge dei Prezzi Fissi che forma parte di otto iniziative proposte dal capo dello Stato bolivariano. 
 
Questo programma economico include la Legge di Investimento Straniero e quella dell'Arco Minerario dell'Orinoco, che sono state approvate dal forum plenipotenziario col proposito di contribuire alla difesa delle risorse e delle valute della nazione sud-americana.

Livia Rodriguez Delis, corrispondente di Prensa Latina in Venezuela