Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Jesus Santrich è trasferito nella sede dell'Episcopato in Colombia

Bogotà, 11 mag (Prensa Latina) Il dirigente del partito FARC, Jesus Santrich, è stato trasportato oggi per ragioni umanitarie in una delle case sedi della Conferenza Episcopale della Colombia in questa capitale. 

 
La Fondazione Lacci di Dignità, organizzazione patrocinatrice dei diritti umani, ha confermato la notizia che è stata diffusa in twitter dal partito Forza Alternativa Rivoluzionaria del Comune (FARC). 
 
Secondo Lacci di Dignità, Santrich mantiene lo sciopero della fame iniziato lo scorso 9 aprile in rifiuto all'imputazione contro di lui di una corte statunitense che l'accusa di narcotraffico e chiede la sua estradizione. 
 
L'ex membro della delegazione di pace a L'Avana rimaneva nell'ospedale El Tunal di Bogotà dove era stato trasferito dal carcere La Picota di questa città dopo essersi aggravata la sua condizione per il prolungato digiuno. 
 
Trascese in questa capitale che la gestione umanitaria è stata incanalata dalla chiesa colombiana e dai legislatori Ivan Cepeda ed Alirio Uribe, integranti della Commissione di Pace del Congresso della Colombia. 
 
Entrambi i congressisti hanno chiesto in una lettera inviata al governo di prendere le misure pertinenti per non lasciare morire Santrich, considerato uno dei principali architetti dell'Accordo di Pace concordato nella capitale cubana. 
 
In maniera crescente, differenti settori politici e sociali in Colombia e personalità della comunità internazionale hanno chiesto al governo di giudicare Santrich nel suo paese e non cedere alle pressioni di Washington in quanto alla sua estradizione. 
 
Per il FARC, è innocente ed il suo arresto solo risponde ad un montaggio giuridico per delegittimare il partito, deciso nella costruzione della pace e della riconciliazione nazionale. 
 
Ig/tpa