Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Cuba condanna repressione di Israele contro la Striscia di Gaza

L'Avana, 15 mag (Prensa Latina) Cuba ha respinto oggi la repressione dell'esercito di Israele contro la popolazione palestinese nella Striscia di Gaza, che ha causato la morte di più di 50 persone e circa 2400 feriti. 

 
Questo fatto costituisce un’altra grave e flagrante violazione della Carta delle Nazioni Unite ed il diritto internazionale umanitario, ed un nuovo oltraggio contro il popolo palestinese, espone una dichiarazione del governo dell'isola. 
 
Nel testo, la nazione caraibica reitera il suo rifiuto all'azione unilaterale del governo degli Stati Uniti di stabilire la sua rappresentazione diplomatica nella città di Gerusalemme. 
 
D’accordo col Governo cubano, si tratta di un'azione violentatrice della legalità internazionale e delle risoluzioni delle Nazioni Unite, fatto che acutizza ancora di più le tensioni nella regione. 
 
Cuba reitera un'altra volta il suo appoggio totale ad una soluzione ampia, giusta e duratura per il conflitto israeliano-palestinese sulla base della creazione di due Stati, che permettano ai palestinesi il diritto alla libera determinazione ed a disporre di un stato indipendente e sovrano con le frontiere anteriori al 1967, con Gerusalemme orientale come sua capitale, termina la dichiarazione. 
 
Negli ultimi due giorni i palestinesi hanno protestato nella Striscia di Gaza e l'occupata Cisgiordania nel contesto del trasferimento dell'ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme e della commemorazione della Nakba (catastrofe) che ha rappresentato per loro la creazione dello Stato di Israele nel 1948 e l'esodo di milioni di persone. 
 
Le forze israeliane hanno utilizzato munizioni di combattimento e gas lacrimogeni per reprimere i manifestanti palestinesi. 
 
Ig/clp