Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Nuovo piano in Colombia per proteggere i leader sociali

Bogotà, 10 lug (Prensa Latina) Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ha annunciato oggi un piano di misure del suo governo per avanzare nella protezione dei leader sociali. 

 
Dopo una riunione della Commissione Nazionale delle Garanzie celebrata nella Casa di Nariño (sede della presidenza), il mandatario ha reso noto la creazione di un sistema di ricompense per l'informazione che permetta di identificare i responsabili di attentati contro leader sociali. 
 
Ha aggiunto che si fortificherà l'Unità Nazionale di Protezione con più risorse e si metteranno in moto le Unità di Base di Protezione per sviluppare gli schemi di difesa collettivi. 
 
Dal Ministero della Difesa si rafforzerà la struttura della reazione rapida che oggi risponde alle allerte generate dalla Difesa del Popolo, ha aggiunto il capo di Stato. 
 
La riunione è stata convocata con urgenza dopo l'incremento degli assassinati dei difensori dei diritti umani, che sorpassano la cifra di 300 negli ultimi due anni. 
 
“Non riposeremo fino ad incontrare i responsabili dei crimini”, ha affermato Santos, che era accompagnato dal suo gabinetto e degli alti comandi militari e della polizia del paese. 
 
Hanno assistito come invitati alla riunione, inoltre, i rappresentanti degli organismi internazionali accreditati in Colombia e gli esperti di organizzazioni sociali. 
 
Secondo l'analisi fatta dal governo, le zone più colpite in quanto agli omicidi contro leader sociali sono i dipartimenti del Cauca, Antioquia, Nord di Santander, Valle del Cauca, Risaralda, Nariño, Cordoba e Chocò. 
 
Il presidente colombiano ha affermato che la sua amministrazione non permetterà che l'Accordo di Pace si veda minacciato per l'azione criminale di bande organizzate, che pretendono far ritornare il passato di violenza in Colombia. 
 
Ig/tpa