Articles

Movimenti sociali appoggiano a Ginevra il popolo del Venezuela

Caracas, 13 set (Prensa Latina) Movimenti sociali di varie parti del mondo hanno appoggiato oggi il popolo del Venezuela davanti alle misure coercitive unilaterali imposte dai Governi degli Stati Uniti, dell'Unione Europea e dei suoi alleati della regione. 

 
Durante il forum di solidarietà inserito nel 39º Periodo di Sessioni del Consiglio dei diritti umani dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), celebrato a Ginevra, le organizzazioni hanno denunciato come gli attacchi permanenti colpiscono i diritti umani dei venezuelani. 
 
In questo senso, la rappresentante dell'Associazione Cubana delle Nazioni Unite (ACNU), Azalia Arias, ha enfatizzato che “siamo qui nell'attività per denunciare il blocco imposto al popolo venezuelano, e dal momento che esercitano il loro diritto alla libera determinazione, vengono castigati”. 
 
Ha affermato che “noi, cubani e cubane, conosciamo bene come funziona il meccanismo di coazione implementato nel paese sud-americano, perché è lo stesso copione imposto a noi da più di 60 anni”. 
 
Da parte sua, il rappresentante dell'Organizzazione Francese Le Pont, David Lopez, che è stato accompagnatore internazionale nelle elezioni presidenziali del 20 maggio, ha affermato che durante la sua permanenza in Venezuela ha potuto constatare come le misure economiche, politiche e sociali colpiscono lo sviluppo della popolazione. 
 
L'incontro è stato diretto dall'Organizzazione Sociale per la Difesa dei diritti umani (Sures) e la Federazione Democratica Internazionale delle Donne (FDIM). 
 
Infine, i movimenti hanno esortato l'Organizzazione delle Nazioni Unite a pronunciarsi contro le misure coercitive unilaterali imposte al Venezuela. 
 
 
Ig/odf