Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Siria è contro l'uso di armi chimiche, afferma vice cancelliere

Damasco, 22 ott (Prensa Latina) Siria è contro l'uso di armi chimiche e così l’ha confermato aderendo alla Convenzione internazionale su questo tema, ha precisato il vice cancelliere Faisal Mekdad in un incontro celebrato a Damasco. 

 
Ha asserito che questo paese non ha usato né userà armi chimiche ed è impegnato ad ottenere la pace e la sicurezza internazionali, nonostante tutte le minacce dei gruppi terroristici e dei loro sostenitori e patrocinatori. 
 
Mekdad, che presiede la Commissione Nazionale per il compimento degli obblighi in virtù della Convenzione della Proibizione delle Armi Chimiche, ha affermato che la decisione di aderire è stata determinata liberamente come parte della sua sovranità ed indipendenza. 
 
Inoltre, ha denunciato l'uso recente di fosforo bianco da parte di militari degli Stati Uniti a Deir el-Zor ed ha commentato che è una prova in più di che l'attuale amministrazione statunitense e quelle che l’hanno preceduta, non esitano ad usare qualsiasi arma che possa servire ai loro interessi. 
 
L'annuncio del presidente Donald Trump di ritirarsi dal Trattato delle Armi Nucleari di media portata con Russia, è un nuovo inizio della corsa militarista che minaccia la sicurezza e la pace e pregiudica principalmente i paesi europei. Le dichiarazioni sono state fatte durante il dibattito ed analisi del libro “Siria e le armi chimiche, fatti e documenti”, dello specialista Ahmad Abdulssalem Merei, effettuato nella Biblioteca Nazionale della capitale. 
 
Da parte sua, Merei, membro del Parlamento, ha detto che il suo libro è una modesta contribuzione per affrontare la disinformazione con fatti e verità, tenendo specialmente in conto la campagna di menzogne che ha sofferto Siria dall'anno 2011, soprattutto relativo all'uso di armi chimiche. 
 
Ig/pgh