Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Andres Manuel Lopez Obrador assume oggi la presidenza del Messico

Messico, 1º dic (Prensa Latina) Messico inizia oggi una tappa di cambiamenti con la presa di possesso presidenziale di Andres Manuel Lopez Obrador, che ha promesso dirigere la quarta trasformazione del paese, questa volta in maniera pacifica. 

 
Lopez Obrador riceverà la Banda Presidenziale davanti ad una ventina di capi di Stato ed altri alti dignitari internazionali, come il plenum del Congresso dell'Unione, riunito nella Camera dei Deputati in questa capitale. 
 
Durante la sua campagna elettorale ha fatto riferimento alla quarta trasformazione quale momento chiave nella storia messicana. 
 
Le anteriori, secondo la sua visione, sono state il movimento di indipendenza (1810-1821), la Riforma, conflitto armato tra liberali e conservatori (1858-1861) che aprì le porte a leggi progressiste con il protagonismo di Benito Juarez; e la Rivoluzione, contro la dittatura di Porfirio Diaz (1910-1917), dopo di cui è stata promulgata l'attuale Costituzione. 
 
Andres Manuel Lopez Obrador arriva alla presidenza con un’alta accettazione del popolo e con la promessa di mettere fine a politiche neoliberali e recuperare la tradizionale politica messicana di non intromissione e rispetto all'autodeterminazione. 
 
Vuole governare per tutti, ma afferma che non sarà ostaggio del mercato, benché cercherà di mantenere la stabilità macroeconomica. 
 
Persone della terza età e giovani senza impiego né studi saranno i suoi principali beneficiari nell’attenzione sociale, allo stesso modo di procurare la pacificazione di un paese dove imperano alti livelli di violenza ed insicurezza. 
 
Oggi pronuncerà due discorsi, uno nella Camera dei Deputati, e dopo nel pomeriggio, ne El Zocalo della capitale, per migliaia di persone che si daranno appuntamento nella Piazza della Costituzione, scenario per l'occasione di un festival culturale. 
 
Ig/ool