Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Respingono in Brasile tentativo di etichettare i bambini con l’azzurro e le bambine con il rosa

Brasilia, 4 gen (Prensa Latina) Riconosciute personalità della cultura e della politica brasiliane hanno respinto il video della nuova ministra della Donna, della Famiglia e dei Diritti Umani, Damares Alves, nel quale etichetta il colore azzurro per bambini e quello rosa per le bambine. 

 
Alves, pastora evangelica che ha assunto martedì l’incarico nel Governo di Jair Bolsonaro, ha dichiarato che con l'arrivo al potere del politico di estrema destra comincia una nuova era nel paese, dove “i bambini vestono di azzurro e le bambine di rosa”. 
 
Il video ha causato molte polemiche ed è diventato virale nelle reti sociali con lo slogan: “il colore non ha genere”. 
 
Davanti al commento sessista, il famoso compositore e cantante Caetano Veloso ha pubblicato una foto nella quale appare con una maglietta rosa con la frase: “protegga i suoi amici”. 
 
Il riconosciuto attore Fabio Asuncion ha criticato la posizione della nuova ministra. “Fate attenzione alla nuova era delle sciocchezze, dello sproposito, bambini e bambine, usate il colore che volete”. 
 
Inoltre, l'ex sindaco di Sao Paulo e candidato presidenziale del Partito dei Lavoratori (PT), Fernando Haddad, ha divulgato una fotografia in Instagram nel quale appare leggendo un libro e vestito con una camicia  rosa. Ha scritto: “rileggendo il maggiore educatore brasiliano con una camicia del colore sbagliato, scusatemi!”. 
 
In mezzo al dibattito e le denunce, Alves ha detto ad un canale televisivo che non si pente della sua frase e che quella dei colori era solo una metafora. 
 
“Quando ho detto che la bambina deve vestirsi di rosa ed il bambino di azzurro significa che dobbiamo rispettare l'identità biologica degli infanti”, ha concluso. 
 
Ig/ocs