Articles

Svaniscono nuove accuse di corruzione contro Jorge Glas

Quito, 11 gen (Prensa Latina) Un tentativo di vincolare l'ex vicepresidente dell'Ecuador Jorge Glas in nuova indagine per presunta corruzione, svanisce davanti a dichiarazioni che smentiscono il tema. 

 
Il nome dell'ex vice mandatario è apparso nell'investigazione in corso contro l'acciaieria cinese Xinlong, ubicata in Milagros, nella provincia di Guayas, per lavaggio di attivi e defraudazione tributaria e doganiera, tra le altre irregolarità, rese pubbliche dall’autorità del governo nazionale. 
 
D’accordo coi funzionari, ci sono indizi che Glas, insieme a suo zio Ricardo Rivera e l'imprenditore Tomislav Topic, potrebbero avere interessi commerciali nella compagnia, le cui operazioni sono state cancellate dopo la scoperta delle irregolarità. 
 
Ma poche ore dopo le dichiarazioni dei test nel caso, l’ex vice capo di Stato è stato scagionato completamente; Glass compie una sentenza di sei anni di carcere per associazione illecita nel caso di corruzione dell'azienda brasiliana Odebrecht, delitto che non è stato ancora provato. 
 
“Oggi la persecuzione e la miseria non hanno limite in Ecuador. Con indignazione devo respingere questo nuovo attacco preparato contro di me, vincolandomi apparentemente con un'investigazione ad un'azienda che non conosco, con azionisti che non conosco, per il fatto che questi investigati sono cinesi”, ha affermato Glas in un comunicato reso pubblico nella rete sociale Twitter. 
 
Nel testo, ha detto di rinunciare espressamente a qualsiasi sigillo legale che corrisponda dentro la nuova indagine penale ed ha esatto l'esposizione, davanti all'opinione pubblica degli indizi che si suppone lo vincolano al fatto. 
 
“Sono pronto, per facilitare il lavoro della Procura, a firmare qualunque autorizzazione per togliere qualsiasi sigillo di qualsiasi natura, affinché diventi pubblico qualsiasi ipotetico indizio. Non potranno mai esibire nessuna prova perché non esiste, perché non ho commesso nessun delitto”, ha enfatizzato. 
 
“Dal momento che non hanno potuto trovare un centesimo di corruzione nel mio patrimonio, si inventano, forgiano, calunniano, diffamano”, ha denunciato dopo insistere in che non ha nessun patrimonio nascosto in nessun luogo del pianeta, fatto che consta nelle relazioni di tutte le indagini realizzate. 
 
Ig/scm