Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Meteorite caduto a Cuba offrirà dati sull’origine dell'Universo

L'Avana, 5 feb (Prensa Latina) Analisi preliminari dei resti del meteorite caduto a Cuba suggerisce che si tratta di un'acondrite, roccia che potrebbe offrire informazioni sull'origine dell'Universo, ha spiegato oggi l'astrofisico Oscar Alvarez. 

 
Dopo aver qualificato il fatto di una gran trascendenza scientifica, Alvarez ha puntualizzato fino ad ora che gli studi dei resti non offrono dati significativi di presenza di carbonio nella roccia. Altrimenti, potremmo conoscere informazioni di come è sorta la vita nel nostro pianeta, ha detto a Prensa Latina. 
 
Dal punto di vista astronomico, ha aggiunto, darà risposte sulla formazione del nostro Sistema Solare. 
 
Lo scienziato ha fatto conoscere che la più recente informazione offerta dall'agenzia spaziale statunitense sull'energia liberata dalla roccia spaziale nella collisione con la Terra, parla di 1400 tonnellate di (TNT) trinitrotoluene. 
 
I dati dimostrano che questo impatto è stato inferiore a quello del meteorite che ha colpito Chelyabinsk, in Russia, vicino alla frontiera con Kazakistan, nel 2013. 
 
Nel caso cubano, è stata una pioggia di meteoriti, ha precisato l'investigatore, membro dell'Accademia di Scienze di Cuba e rappresentante dell'isola nell'Unione Astronomica Internazionale. 
 
I resti del meteorite sono caduti venerdì scorso nella località di Viñales, nella provincia occidentale di Pinar del Rio, luogo dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. 
 
Caratterizzata nella sua geografia per grandi “mogotes” (colline basse con punta rotonda), la zona unisce una gran ricchezza geologica e paleontologica, perché vi possiamo trovare alcune vestigia dell'estinzione dei dinosauri dopo la caduta di un meteorite che ha provocato il cratere di Chicxulub in Messico, ha ricordato l'investigatore. 
 
Ig/alb