Articles

Arrestano 12 militari colombiani denunciati per corruzione

Bogotà, 10 lug (Prensa Latina) Il Comando dell'Esercito Nazionale della Colombia ha confermato attraverso un comunicato l'arresto di 12 militari attivi implicati in attività irregolari. 

 
I militari, accusati di falsificazione di documenti ed inadempimenti dei requisiti legali reclamati per il porto d’armi, sono stati messi a disposizione delle autorità competenti, segnala il testo. 

Secondo diverse opinioni, queste detenzioni sono state fatte nelle città di Puerto Asis (al sud), Nilo (al centro), Neiva (al sud) ed a Bogotà, ed hanno luogo nel contesto di una pulizia dentro l'Esercito iniziata col ritiro dal servizio di un generale. 
 
Questo martedì, il Ministero della Difesa ha annunciato la separazione dall’incarico del generale Jorge Romero, comandante di Azione Integrale dell'Esercito, dopo la scoperto di presunti fatti di corruzione. 
 
Saranno anche investigati altri due funzionari, compreso un capo della contro-intelligenza, che ha offerto denaro dentro la forza militare per conoscere l'origine di una filtrazione alla stampa. 
 
Romero, secondo la Procura, è accusato di fare parte di una rete di corruzione dentro l'Esercito ed avrebbe ottenuto 312 mila dollari per la riscossione di bustarelle per aver concesso permessi per il porto d’armi a comuni civili ed imprenditori importanti. 
 
Ig/otf