Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Continua in Ecuador la persecuzione politica contro Correa

Quito, 5 ago (Prensa Latina) La possibilità che l'ex presidente Rafael Correa sia giudicato in contumacia si apre oggi in Ecuador, dopo che la Corte Nazionale di Giustizia ha fissato per il prossimo mercoledì un'udienza per vincolare le accuse nelle caso “Bustarelle”. 

 
Conosciuto anche come “Arroz Verde”, nell'elenco del caso appaiono insieme all'ex mandatario altre 22 persone, tra queste l'ex vicepresidente Jorge Glas, che sta compiendo una condanna dopo un processo giudiziale piagato di irregolarità. 
 
Inoltre, si sommano alla lista gli ex ministri Walter Solis e Vinicio Alvarado, la legislatrice Viviana Bonilla ed alcuni imprenditori. 
 
La Procura pretende un'investigazione relazionata coi delitti di corruzione, associazione illecita e traffico di influenze, nel supposto finanziamento illegale del movimento politico Alleanza Paese (AP), che ha portato al potere Correa nel periodo 2007-2017. 
 
Mezzi locali di stampa segnalano che l'annuncio della data per l'udienza giudiziale succede dopo la decisione dell'Assemblea Nazionale di negare il sollecito di una giudice della Corte per togliere l'immunità alla congressista Bonilla, ed avere la possibilità di processare Correa fuori dal territorio nazionale. 
 
L'ex capo di Stato -che attualmente risiede in Belgio - ha respinto queste ed altre accuse, facendo notare che è vittima di una persecuzione giudiziale e politica che cerca di annullarlo dalla mappa elettorale dell'Ecuador. 
 
Ig/dfm