Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Minacce degli USA contro le navi ostacolano l’entrata di medicine in Venezuela

Caracas, 8 ago (Prensa Latina) Le minacce e le sanzioni degli Stati Uniti contro le navi ostacolano l'entrata di medicine ed alimenti in Venezuela, ha assicurato il presidente dell’Azienda Bolivariana dei Porti (Bolipuertos), Reinaldo Castañeda. 

 
Le azioni di Washington colpiscono lo scambio commerciale delle linee di navigazione con le aziende private del mondo, fatto che genera un'entrata minore di materiali di costruzione e di altri servizi, ha assicurato il funzionario. 
 
In un’intervista con Venezuelana di Televisione, Castañeda ha dichiarato che queste misure cercano asfissiare l'economia e generare un golpe di Stato nel paese. 
 
Ha risaltato l'appoggio e le alleanze commerciali con paesi come Russia, India e Turchia, ed ha segnalato che l'alternativa davanti al blocco è spingere la produzione nazionale. 
 
Come parte di questa strategia il governo nazionale riabilita vari porti, tra questi quello di Guamache, Nueva Esparta, dove si abilita un molo per garantire il carico e lo scarico dei ferry boat, ha informato il presidente di Bolipuertos. 
 
Allo stesso modo, l'attivazione del Puerto Seco di Araura nello stato Portoguesa permette lo scambio di materie prime per l'agricoltura e la produzione di fertilizzanti e semi. 
 
Ig/ycv