Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

A dispetto del bloqueo degli USA l'economia cubana non decrescerà nel 2019

L'Avana, 8 ago (Prensa Latina) L'economia cubana pronostica per il 2019 una crescita del 0,5%, simile a quello della regione, a dispetto della recrudescenza del bloqueo statunitense, ha affermato il ministro di Economia e Pianificazione, Alejandro Gil. 

 
Nel suo account in Twitter, questo funzionario ha citato una relazione della Commissione Economica per America Latina ed i Caraibi (CEPAL), che preannuncia che questo anno l'economia cubana non decrescerà. 
 
Seguiamo focalizzati nel migliorare la qualità di vita del popolo, che è la nostra priorità, ha aggiunto. 
 
D’accordo col quotidiano Granma, la relazione annuale Studio Economico dell'America Latina e dei Caraibi 2019, pubblicata recentemente in Cile, prevede che la regione mantenga una traiettoria discendente, dovuto ad un contesto internazionale con maggiori incertezze e complessità. 
 
Ha influenza inoltre su questa tendenza un debole comportamento dell'investimento, delle esportazioni e del consumo. 
 
Il titolare di Economia e Pianificazione cubano ha confermato davanti al Parlamento, nel luglio scorso, la strategia economica diretta a difendere la produzione nazionale, diversificare ed incrementare le esportazioni, sostituire importazioni, fomentare gli incatenamenti produttivi, fortificare l'azienda statale. 
 
Alla chiusura del 2018, l'economia cubana ha dimostrato una crescita del Prodotto Interno Lordo a prezzi costanti del 2,2%, superiore al 1,2% previsto, nonostante le restrizioni finanziarie affrontate, dovuto alla recrudescenza del bloqueo ed all'inadempimento delle entrate previste per esportazioni, fondamentalmente il turismo ed il nichel. 
 
Ig/evm