Articles

Terroristi in Siria insistono nell'uso di armi chimiche

Damasco, 14 ago (Prensa Latina) Diretti dalla Giunta per la Liberazione del Levante, ex Fronte al Nusra, i terroristi sono preparati per utilizzare armi chimiche ed incolpare l'esercito siriano e Russia, hanno affermato oggi mezzi di stampa, in questa capitale. 

 
L'agenzia Sputnik, SANA e le reti sociali, hanno diffuso questo mercoledì delle dichiarazioni al riguardo di Ahmad Khazem, capo della rete siriana dei diritti umani con sede in Damasco. 
 
L’ex Fronte al Nusra continua a possedere armi chimiche che sono nascoste dal 2018 per usarle contro la popolazione civile e l'esercito siriano, ed hanno previsto di utilizzarle davanti all'avanzamento delle truppe siriane nei fronti di combattimento in regioni attigue tra il sud di Idleb e la vicina provincia di Hama, hanno denunciato le informazioni. 
 
“In caso dell'uso delle sostanze tossiche da parte dei terroristi e dei loro gruppi alleati, cercheranno di fare cadere la colpa sull'esercito siriano e sul suo alleato, Russia”, hanno denunciato le dichiarazioni del dirigente. 
 
La divulgazione nei mezzi di comunicazione di Siria e Russia dell'ubicazione dei magazzini con armi chimiche ha contribuito che i terroristi frenino, almeno temporaneamente, le loro provocazioni, ha sottolineato Khazem nelle sue informazioni. 
 
I terroristi hanno un magazzino con sostanze tossiche nella località di Al Mansura, al sud di Idleb e hanno preparato un’autobomba e missili Grad e Slon con sostanze tossiche per lanciarli contro i civili di Aleppo e le posizioni dell'esercito siriano. 
 
Ig/pgh