Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Inaugurano esposizione di artista peruviana Bambini di Chernobil a Cuba

L'Avana, 16 ago (Prensa Latina) L'esposizione “Documenti dispersi. Bambini di Chernobil a Cuba”, dell'artista peruviana Sonia Cunliffe, sarà inaugurata oggi nella Fototeca di Cuba. 

 
La mostra conta con documenti ed audiovisivi sul soggiorno nell'isola caraibica di migliaia di bambini ucraini colpiti dal maggiore disastro nucleare della storia, successo il 26 aprile 1986. 
 
Nel programma di televisione Mensa Redonda, Cunliffe ha risaltato la dimensione solidale del fatto, la solidarietà del popolo cubano e l'amore di migliaia di medici e perfino, il lavoro incondizionato di quelli che lavorarono come traduttori senza nessuna preparazione professionale. 
 
La fotografa ha raccontato che la genesi dell'idea è nata nel 2011, mentre realizzava una visita a Cuba. 
 
In quell'occasione ha deciso di conoscere la cittadina di Tararà per comprovare la veracità dei commenti sull'esistenza dei bambini di Chernobil. 
 
Più tardi nel 2015, un altro progetto di lavoro l’ha riportata a Cuba, dove si è vincolata alla giornalista cubana Maribel Acosta ed hanno deciso di intraprendere l'investigazione su quello che aveva visto quattro anni prima. 
 
Ogni dettaglio della storia giace in questa esposizione multidisciplinare, evidenza della grandezza umana di un progetto che è durato 21 anni ed ha accolto 26.500 bambini, ha affermato. 
 
Il programma di attenzione gratuita integrale ai bambini, vittime dell'incidente nucleare, è iniziato il 29 marzo 1990 quando Fidel Castro ha ricevuto i primi 139 bambini ed ha annunciato la disposizione di riceverne non meno di 10 mila. 
 
Ig/yrv