Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Iniziano a Cuba nuova giornata contro il bloqueo ed il terrorismo

L'Avana, 4 set (Prensa Latina) L'apertura alla giornata “Abbiamo Memoria”, contro il bloqueo ed il terrorismo, è cominciata oggi col tributo al giovane italiano Fabio di Celmo, a 22 anni dall'attentato che ha causato la sua morte, nell’Hotel Copacabana de L’Avana. 

 
Nell'appuntamento, l'Istituto Cubano di Amicizia coi Popoli (ICAP) ed i familiari delle vittime cubane del terrorismo di stato hanno condannato le decadi di ostilità contro l'isola da parte degli Stati Uniti ed hanno confermato il loro appoggio alla lotta contro questo flagello. 
 
L'incontro è momento necessario ed opportuno per onorare quelli che hanno perso la vita in questo arcipelago negli attentati, per la denuncia ed esigere giustizia.  
 
La vicepresidentessa dell'ICAP, Noemì Rabaza, ha segnalato che Cuba condannerà sempre qualunque politica di aggressione ed ingerenza contro il suo paese. 
 
“Questo fatto violento fa parte della lunga lista di atti terroristici che dai primi anni del trionfo della Rivoluzione, sono stati incoraggiati e finanziati dalle diverse amministrazioni statunitensi”, ha detto Rabaza. 
 
Da parte sua, la fondatrice del centro alberghiero Copacabana, Julia Utrive, ha affermato che l'isola è stata vittima durante più di mezzo secolo di aggressioni terroristiche e non ha mai risposto con odio e violenza, bensì con pace e giustizia. 
 
Nel programma, hanno ricordato la convocazione all'Incontro Antimperialista di Solidarietà per la Democrazia e contro il Neoliberalismo, previsto nella capitale dal 1º al 3 novembre di questo anno. 
 
L'appuntamento ha segnato il principio di numerose attività di condanna al terrorismo, previste dentro e fuori dall'isola, giornata che si estenderà fino al 6 ottobre, quando si commemorerà il 43ºanniversario del crimine delle Barbados. 
 
Ig/rra