Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Arreaza si scaglia contro il supposto aiuto umanitario degli USA

Caracas, 4 set (Prensa Latina) Il cancelliere Jorge Arreaza ha denunciato oggi l'ipocrisia dell'amministrazione del presidente statunitense, Donald Trump, che “finge di occuparsi della situazione dei venezuelani mentre congela gli attivi di questa nazione”. 

 
Nel suo account della rete sociale Twitter, il ministro di Relazioni Estere ha scritto: “Ciarlatani! Governo degli Stati Uniti si ruba migliaia di milioni di dollari di attivi, blocca migliaia di milioni nella banca internazionale, ignora il Piano di Assistenza Umanitaria dell’ONU e pretende farci credere che si preoccupa per i venezuelani!”. 
 
Le dichiarazioni del capo della diplomazia venezuelana si succedono dopo che il Dipartimento di Stato statunitense emettesse questo mercoledì un comunicato annunciando l'assegnazione di più di 120 milioni di dollari addizionali per una supposta assistenza umanitaria alla nazione sud-americana. 
 
Il sottosegretario John Sullivan e l'amministratore dell'Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale, Mark Green, hanno annunciato nella regione confinante di Cucuta, in Colombia, che questo denaro sarebbe destinato per “abbordare il maggiore spostamento esterno di persone nella storia dell’emisfero”. 
 
Mentre, l'Agenzia dell'ONU per Rifugiati ha negato che Venezuela stesse tra i paesi con maggiore numero di emigranti, come cercano di fare vedere i grandi mass media, la destra venezuelana, Washington ed i suoi alleati. 
 
Secondo le cifre di quell'organizzazione internazionale, Somalia, Myanmar, Sudan, Afghanistan e Siria sono i paesi più colpiti da questo fenomeno, perché stanno affrontando conflitti intensi interni e guerre tragiche. 
 
Ig/ycv