Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Esperti cubani e cinesi dibattono sulla cooperazione in Internet

L'Avana, 6 dic (Prensa Latina) Esperti dibattono oggi sulla cooperazione, sicurezza, leggi e regolazioni relative alla governance ed alla partecipazione delle organizzazioni sociali nel ciberspazio durante il Forum di Internet Cina-Cuba. 

 
Nell'inaugurazione dell’incontro, rappresentanti di entrambe le nazioni hanno espresso l'intenzione associata di utilizzare le potenzialità che offre Internet per fortificare lo scambio culturale, compreso lo sport, il turismo e la relazione tra i giovani. 
 
Lo sviluppo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TICs) costituiscono un settore prioritario per il governo cubano che continua il processo di aggiornamento del suo modello economico, ha affermato il primo viceministro del Ministero dell'Informatica e delle Comunicazioni, Wilfredo Gonzalez. 
 
Nonostante la recrudescenza del bloqueo imposto dagli Stati Uniti, nella maggiore delle Antille sono più di sei milioni gli utenti che accedono attualmente ad Internet, fatto che evidenzia il carattere sociale ed inclusivo di questo accesso, ha detto Gonzalez. 
 
Oltre all'uso prioritario nell'educazione, nella salute e nello sviluppo scientifico-culturale del paese, l'ampliamento del servizio facilita una maggiore presenza dei cubani nelle reti sociali, favorisce la comunicazione tra cittadini, facilita l’esposizione dell'immagine di Cuba e della sua verità, oltre a combattere le azioni sovversive. 
 
In tale senso l'esperto cubano ha segnalato che è essenziale la promozione dell'uso pacifico e legittimo delle Tic, e delle multiple opportunità che offre il ciberspazio per lo sviluppo ed il benessere umani. 
 
Per questo motivo è necessario stabilire un sistema di lavoro e regolazioni internazionali che permettano di prevenire, affrontare e mitigare l'uso nocivo di Internet, ha sottolineato. 
 
Secondo Gonzalez questo forum costituisce il principio della strategia di sicurezza, sovranità e sostenibilità del paese, davanti alla dominazione digitale da parte delle grandi multinazionali, che monopolizzano i principali contenuti. 
 
Da parte sua Sheng Ronghua, viceministro dell'Amministrazione del Ciberspazio cinese, ha suggerito cinque aspetti da tenere in conto come l'accelerazione della cooperazione strategica per la sovranità informatica e la ciberegemonia, oltre che l’accesso alla popolazione in Internet. 
 
Inoltre, ha raccomandato spingere l’accrescimento di innovazione come primo motore che dirige lo sviluppo, fortificare la difesa della sicurezza ed ampliare scambio culturale per, inoltre, appoggiare l'amicizia tra i due paesi. 

Questo forum bilaterale, con sede nell’Hotel Melià Cohiba , è un passo in più che dà Cuba per progredire in materia di connessione, innovazione ed accesso alle Tic, come parte del processo di informatizzazione della società, che ha permesso di incrementare l'accesso alle telecomunicazioni ed ai servizi, con l'uso delle nuove tecnologie. 
 
Ig/mfg