Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Cancelliere cubano denuncia ingerenza degli USA contro Western Union

L’Avana, 28 feb (Prensa Latina) Il cancelliere di Cuba, Bruno Rodriguez, ha qualificato come interventista la sospensione delle spedizioni di invii da tutti i paesi alla nazione antillana attraverso Western Union, eccetto gli Stati Uniti. 

 
La nuova regolazione viola la sovranità degli stati terzi e rinforza il componente extraterritoriale della politica inumana di Washington contro l'isola, ha assicurato il titolare della diplomazia cubana in Twitter. 
 
Questa misura contro la Western Union attacca ancora di più le famiglie cubane col cinico pretesto che pretendono aiutare il nostro popolo. L'ipocrisia del governo degli Stati Uniti che incrudisce una guerra economica atroce contro Cuba non ha limiti, ha scritto. 
 
L'azienda ha sospeso mercoledì i bonifichi finanziari verso Cuba, eccetto quelli che si spediscono dagli Stati Uniti, un'altra azione dentro la scalata di sanzioni dell'amministrazione di Donald Trump. 
 
In gennaio, la compagnia ha annunciato che “dovuto alle sfide singolari del servizio che opera gli invii da paesi fuori dagli Stati Uniti verso Cuba”, Western Union può perdere la sua capacità di operare transazioni verso l'isola. 
 
Da parte sua, il presidente Miguel Diaz-Canel ha confermato che la regolazione colpisce in forma diretta il popolo cubano. 
 
Così agisce l'impero, con totale prepotenza e disprezzo, ma tanto non ci ferma nessuno, ha scritto questo venerdì il mandatario nel suo account ufficiale in Twitter. 
 
D’accordo col quotidiano Granma, questa è la 191º misura che l'attuale amministrazione impone a L'Avana con l'obiettivo di provocare scoraggiamento e disperazione, affinché ciò possa responsabilizzare le autorità rivoluzionarie dei danni causati dalle sue misure unilaterali. 
 
Ig/ebr