Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Venezuela conta con più di 20 mila letti davanti all’emergenza per COVID-19

Caracas, 23 mar (Prensa Latina) Il sistema di salute del Venezuela conta con più di 23 mila letti per coprire l'emergenza sanitaria associata alla pandemia per il coronavirus SARS-Cov-2, ha assicurato il ministro di Comunicazione ed Informazione, Jorge Rodriguez. 

 
In dichiarazioni ai mass media dal Palazzo di Miraflores (sede del governo), il titolare ha dettagliato che la rete assistenziale dispone di 11 mila letti nel settore pubblico, 4700 nelle cliniche private, più di 4000 nei Centri di Diagnosi Integrale ed altrettante in centri alberghieri abilitati per tali effetti. 
 
Inoltre, per l'attenzione di persone nell'area di sale intensive esistono 1213 letti abilitati coi loro dispositivi di respirazione artificiale (respiratori), ha puntualizzato il funzionario. 
 
Ha aggiunto, inoltre, che il paese sud-americano dispone dell'arsenale terapeutico per soddisfare fino a 135000 pazienti colpiti, in un ipotetico scenario con questa quantità di contagi. 
 
Rodriguez ha sottolineato l'effettività del decreto di quarantena sociale e collettiva in tutto il territorio nazionale per frenare la propagazione della malattia nella nazione sud-americana, dove fino ad oggi sono stati confermati 77 casi positivi. 
 
Secondo stime ufficiali, Venezuela avrebbe oggi circa 3000 malati e 70 morti se non si fosse applicato in tempo le strette misure di isolamento sociale, ha sottolineato il titolare. 
 
In tale senso, ha reiterato alla popolazione che deve mantenersi nelle sue abitazioni ed uscire in strada in caso di estrema necessità, oltre ad esagerare le misure di igiene per prevenire il contagio. 
 
Il ministro di Comunicazione ed Informazione ha sottolineato che più di 11 milioni di venezuelani hanno risposto all'inchiesta online pubblicata dal governo per monitorare la situazione sanitaria e scoprire i possibili infettati ed i loro contatti. 
 
Ha indicato che il personale di salute che lavora nelle comunità del paese ha realizzato fino ad oggi più di 18 mila visite casa per casa per scartare possibili casi, mentre 135 pazienti si trovano sotto studio per sospetto di contagio. 
 
Le autorità sanitarie hanno determinato somministrare clorochina  -medicina usata contro la malaria - come trattamento profilattico per quelle persone che avessero contatto diretto con pazienti infettati con COVID-19,  ha concluso il titolare. 
 
Ig/wup