Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Ricordano a Cuba il 90º compleanno di Vilma Espin

L'Avana, 8 apr (Prensa Latina) I cubani hanno ricordato ieri il lascito della lottatrice rivoluzionaria e patrocinatrice dei pieni diritti delle donne Vilma Espin (1930-2007), a proposito del 90º anniversario del suo compleanno. 

 
Nata nella provincia orientale di Santiago di Cuba, è stata combattente clandestina sotto gli ordini di Frank Pais, specialmente durante l'innalzamento del 30 novembre 1956 in quella demarcazione. 
 
Da giovane, ha assunto posizioni politiche rivoluzionarie, ed ha partecipato in maniera attiva alle manifestazioni studentesche dopo il golpe di Stato del 10 marzo 1952 del dittatore Fulgencio Batista. 
 
Si è unita all'Esercito Ribelle nella Sierra Maestra quando la sua vita stava correndo un estremo pericolo nell'insurrezione urbana ed è diventata la moglie del primo segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, Raul Castro. 
 
Dopo il trionfo della Rivoluzione nel 1959 è stata la conduttrice principale di azioni politiche e statali per materializzare l'accesso pieno della donna cubana ai suoi diritti. 
 
Vilma Espin è ricordata come presidentessa fondatrice della Federazione di Donne Cubane, creata nel 1960 con l'obiettivo di spingere politiche e programmi avviati ad ottenere il pieno esercizio dell'uguaglianza della donna in tutti gli ambiti e livelli della società. 
 
Ha anche integrato il Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba dalla sua fondazione nel 1965, è stata deputata dell'Assemblea Nazionale del Potere Popolare dalla sua prima legislatura e membro del Consiglio di Stato. 
 
Inoltre la lottatrice ha presieduto le commissioni parlamentari di Prevenzione ed Attenzione Sociale, come quella dell'Infanzia, della Gioventù e dell'uguaglianza dei diritti della Donna nell'organo parlamentare. 
 
Ig/ebr