Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Musei al centro di Cuba, veri gioielli

Sancti Spiritus, Cuba, 18 mag (Prensa Latina) Il Giorno Internazionale dei Musei è ricevuto oggi nella provincia cubana centrale di Sancti Spiritus senza le attività abituali, a causa della COVID-19. 

 
L'Assemblea Generale del Consiglio Internazionale dei Musei (ICOM) ha deciso di creare il Giorno Internazionale dei Musei il 18 maggio 1977. 
 
Lo slogan proposto questo anno dall'ICOM è “Musei per l'uguaglianza: diversità ed inclusione”. 
 
Le città di Trinidad e Sancti Spiritus sono note per i loro musei e per lo stile coloniale che regna nel loro ambiente, nelle facciate, nelle inferriate, cortili centrali, battiporta, strade lastricate, balaustre di legno e soffitti di tegole rosse. 
 
Trinidad, catalogata come la Città Museo dei Caraibi, è considerata dagli esperti come la meglio conservata d'America e riconosciuta come Città Artigianale del Mondo e Città Creativa dell'Orbe, questa ultima categoria ottenuta anche da L'Avana. 
 
Ci sono, nella provincia, una ventina di musei, disseminati negli otto municipi, compresi la Casa Natale del Maggiore Generale Serafin Sanchez Valdivia, eroe delle tre guerre di indipendenza contro il colonialismo spagnolo, situata a Sancti Spiritus. 
 
Inoltre, c’è il Museo Nazionale di Lotta Contro Banditi ed il Museo Romantico, costruiti nel centro sud della città di Trinidad, dichiarata Patrimonio Culturale dell'Umanità nel 1988 dall'Unesco, insieme alla Valle de los Ingenios. 
 
Quasi tutti si trovano in magioni coloniali appartenenti all'aristocrazia dello zucchero dei secoli XVIII e XIX, infatti Trinidad e Sancti Spiritus, sono state fondate nel 1514 da Diego Velazquez de Cuellar. 
 
Da parte sua, il Museo Provinciale, in Sancti Spiritus, sveglia la curiosità del visitatore, soprattutto per il materiale relativo alla schiavitù. 
 
Ig/mpg