Articles

Diaz-Canel sottolinea il ruolo della scienza a Cuba di fronte alla COVID-19

L'Avana, 20 mag (Prensa Latina) Il presidente cubano, Miguel Diaz-Canel, ha definito oggi come molto ispiratrici le recenti visite al Centro di Neuroscienze ed alla direzione del Gruppo di Elettronica, dove è stato messo al corrente sugli apporti dell'industria nazionale di fronte alla COVID-19. 

 
Nel suo account di Twitter, il mandatario ha risaltato lo sforzo di “quelli che non riposano nella ricerca di una cura per la COVID-19, utilizzando la Scienza”, in riferimento allo scambio che ha avuto questo martedì con scienziati cubani che partecipano al confronto alla pandemia. 
 
Diaz-Canel ha scritto in quella rete sociale che i risultati del lavoro di quegli investigatori sono il “migliore omaggio al 19 maggio”, giorno in cui  è caduto in combattimento, 125 anni fa, l'Apostolo dell'indipendenza di Cuba Josè Martì. 
 
Ha assicurato che Martì, come Fidel Castro, leader storico della Rivoluzione, “è più vivo che mai tra i cubani”. 
 
Nella sua visita al Centro di Neuroscienze, il capo di Stato si è informato sulla strategia di ottenimento del candidato vaccinale cubano contro il nuovo coronavirus SARS CoV-2 ed il programma preventivo della COVID-19. 
 
Anteriormente, il presidente cubano ha visitato la direzione del Gruppo di Elettronica nella capitale, dove è stato informato sul prototipo di un ventilatore polmonare, sviluppato dall'industria nazionale per appoggiare il confronto alla pandemia. 
 
Dopo la sua convalida, il macchinario si potrà usare nelle sale di terapia intensiva. Ha visto anche altre produzioni del gruppo come camici, maschere di protezione ed uno strumento per la disinfezione a partire dall'uso della luce ultravioletta. 
 
Accompagnato durante la visita dal vice primo ministro Ramiro Valdes, il mandatario ha sottolineato la capacità che ha il paese per produrre ogni tipo di macchinari, basato nel talento dei suoi tecnici ed ingegneri. 
 
Ig/mml