Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Preparano gli aeroporti cubani per la tappa post-COVID-19

L'Avana, 27 mag (Prensa Latina) Autorità cubane hanno fatto conoscere che inizieranno un programma di riparazione, mantenimento e miglioramento dei 19 aeroporti di tutta l’isola. 

 
In un'intervista pubblicata nel quotidiano Granma, la direttrice aggiunta dell'Azienda Cubana degli Aeroporti e Servizi Aeronautici (Ecasa), Liset Urgelles, ha illustrato i lavori che si svolgeranno, approfittando dell'inattività di questi terminal per la COVID-19. 
 
Ha segnalato che dei 19 aeroporti menzionati, 10 sono internazionali e si cerca con questi lavori di elevare la qualità dei servizi per quando si ristabiliscano i voli turistici. 
 
Ha detto che stanno rinnovando e preparando le installazioni per le misure sanitarie che esige il momento. 
 
Altre fonti di Ecasa hanno segnalato che hanno iniziato la nuova pavimentazione delle piste aeree degli aeroporti internazionale Abel Santamaria, di Santa Clara, Frank Pais, di Holguin, ed Antonio Maceo, di Santiago di Cuba. 
 
Da parte sua, la direttrice della Terminal III dell'aeroporto internazionale Josè Martì de L'Avana, Odalys Martinez, ha detto che la riparazione più importante riguarda proprio le installazioni sanitarie. 
 
Si lavora anche in altre zone vitali dell'infrastruttura, come il suo sistema di climatizzazione, che richiede il mantenimento più complesso e di maggiore portata degli ultimi 20 anni. 
 
Ha anche sottolineato che per proteggere la sicurezza sanitaria nazionale, premessa fondamentale dello stato cubano, non si apriranno i confini, né si attiveranno i servizi turistici, fino a quando non sarà indicato dal Governo della Repubblica di Cuba. 
 
Ig/rfc