Articles

Cuba con una tendenza bassa di trasmissione e bassa letalità della COVID-19

L'Avana, 9 lug (Prensa Latina) Cuba presenta oggi una tendenza bassa di trasmissione e letalità del virus SARS-CoV-2, causante della COVID-19, ma le autorità sanitarie insistono in che il rischio è ancora eccessivamente elevato. 

 
“La tendenza (dei nuovi casi confermati) va verso la diminuzione e la letalità (nelle ultime settimane) ha un comportamento positivo”, ha assicurato il dottore Francisco Duran, direttore nazionale di Epidemiologia del Ministero di Salute Pubblica. 
 
Lo specialista ha spiegato che tra aprile e maggio abbiamo avuto il maggiore numero di casi confermati con la pandemia, con una cifra massima di 366 in una settimana e trasmissione in vari territori. 
 
Attualmente, tutte le province (eccetto L'Avana) ed il municipio speciale Isola della Gioventù si trovano nella seconda tappa del recupero della COVID-19, dopo i risultati positivi nella lotta contro questa situazione epidemiologica. 
 
La capitale cubana continua nella fase uno post-COVID-19, perché si mantiene col tasso più alto di confermati, un totale di 74 casi negli ultimi 15 giorni. 
 
D'altra parte, Duran ha spiegato che la cifra più alta di morti per la COVID-19 in questo paese c’è stata in aprile, “quando abbiamo diagnosticato 1325 persone con la malattia e sono morte 58 persone”. 
 
“In maggio sono decedute 19 persone delle 546 confermate col virus, in giugno di 255 casi positivi 3 hanno perso la vita e dall’inizio di luglio non c’è stato nessun decesso e sono stati diagnosticati 55 pazienti col nuovo coronavirus”, ha aggiunto il direttore nazionale di Epidemiologia. 
 
Dei 2403 pazienti diagnosticati con la malattia dall’11 marzo sono ricoverati confermati 71 (69 con evoluzione clinica stabile e due in stato grave), si contano 86 morti, due sfollati e 2244 pazienti sono guariti. 
 
In risposta alle inquietudini della popolazione, il funzionario ha commentato che non esistono ancora studi concludenti sulla possibile propagazione del virus attraverso l'aria; tuttavia, ha insistito nel mantenere il distanziamento sociale e l'uso di mascherine come mezzo di protezione per evitare il contatto con micro-gocce di una persona malata liberate parlando o tossendo. 
 
Nell'ultima giornata hanno processato 3091 campioni di persone considerate un gruppo a rischio, di loro 2544 a L'Avana (4 sono risultate positive) e le altre nel resto delle province. 
 
Fino al momento si accumulano un totale di 195534 prove diagnostiche realizzate in tutto il territorio nazionale per scoprire la presenza del virus SARS-CoV-2. 
 
Ig/rbp