Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Opera musicale di Silvio Rodriguez evoca i martiri del Moncada a Cuba

L'Avana, 26 lug (Prensa Latina) Il cantautore e trovatore cubano Silvio Rodriguez ha evocato oggi il lascito dei martiri dell'assalto alla caserma Moncada nel Giorno della Disubbidienza Nazionale. 

 
A proposito del 67º anniversario delle gesta rivoluzionarie del 1953, Rodriguez ha reso tributo alla memoria dei giovani coraggiosi che sono stati protagonisti dell'atto eroico ed hanno ispirato la sua opera intitolata “Tutto il mondo ha il suo Moncada”. 
 
Nel suo blog “Segunda Cita”, il trovatore ha condiviso dettagli dei suoi incontri con l'eroina cubana, Haydée Santamaria, una delle due donne sopravvissute all'assalto che l’ha ispirato per la realizzazione di un disco di canzoni allegoriche al 26 luglio, insieme ad altri rappresentanti del movimento della Nuova Trova nell'isola. 
 
“Vedendo che ce lo chiedeva una fonte viva, che aveva partecipato all’atto eroico, gli ho suggerito che ci parlasse di quell'impresa, nella quale, aveva perso suo fratello ed il suo fidanzato”, ha detto il musicista, che ha mantenuto un solido vincolo con la fondatrice di Casa de las Americas, “perché parliamo della realtà, degli ideali, delle cose che ci piacevano e di quelle che non ci piacevano. È stato un privilegio che abbiamo avuto”. 
 
Inoltre, ha ricordato i versi “Ya estamos en combate”, del poeta del Moncada, Raul Gomez, che sono penetrati profondamente nella coscienza della chiamata Generazione del Centenario. 
 
“Oggi si è realizzato parte di quel sogno del Moncada che ha reso Cuba libera e prospera. Libera, l'abbiamo mantenuta, ma ancora dobbiamo renderla prospera. Loro sono stati pienamente all'altezza del loro momento storico. Speriamo che anche noi potremo essere all'altezza del nostro”, ha concluso. 
 
Ig/chm