Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Peggiora in Bolivia il deficit degli spazi per i morti per COVID-19

La Paz, 30 lug (Prensa Latina) La crisi in Bolivia per la mancanza di spazi per i cadaveri per COVID-19 si è aggravata oggi con la mancanza di capacità nelle installazioni funerarie ed il crescente aumento dei decessi. 

 
Al collasso di queste entità si è aggiunto questo giovedì l'obitorio dell'Ospedale delle Cliniche nel Complesso Ospedaliero di Miraflores di questa città, per l'accatastarsi dei corpi senza vita attribuiti alla malattia. 
 
L'amministrazione del centro assistenziale si è vista obbligata ad abilitare un spazio transitorio per depositare i cadaveri di persone decedute con sospetto di coronavirus, ma hanno dovuto interrompere il suo funzionamento per mancanza di capacità. 
 
La chiusura dell'obitorio si è aggiunta a quella di altre installazioni, tra loro funerarie e cimiteri di La Paz ed altre città e dipartimenti del paese andino-amazzonico, dove anche numerosi ospedali stanno collassando per eccesso di pazienti. 
 
Abbiamo molti decessi per questa patologia che sorpassano le capacità e smettono di funzionare molti obitori, per questo che cerchiamo spazi provvisori per i morti, ha dichiarato il direttore del centro, Oscar Romero. 
 
Secondo il funzionario, il deposito abituale di cadaveri è collassato già vari giorni fa e ne hanno abilitato un altro in un recinto, perché i parenti tardano molto a raccogliere i loro morti e bisogna evitare i contagi. 
 
Altre entità rimangono piene e si presentano problemi come nella città boliviana occidentale di Oruro, dove i corpi di 30 deceduti per la pandemia sono spariti da un obitorio e sono stati sepolti in una fossa comune. 
 
Dopo una denuncia dei loro parenti, si è saputo che i funzionari amministrativi hanno assunto questa decisione senza contare con i loro parenti perché, rimanendo nell'obitorio, i cadaveri costituivano un rischio per la salute pubblica. 
 
Fonti mediche di Oruro hanno precisato che sono state autorità del Comune quelle che che hanno ordinato di seppellire i morti nella fossa per evitare che fossero abbandonati in qualunque posto, come -hanno detto - succede tutti i giorni nel resto della Bolivia. 
 
Ig/apb