Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Cuba conferma l'approvazione del decreto legge sul benessere degli animali

Cuba avrà un decreto legge sul benessere degli animali entro la fine di febbraio, per una maggiore responsabilità sociale in materia, hanno confermato a Prensa Latina le autorità del Ministero dell'Agricoltura (Minag).

Dopo un incontro tra attivisti e funzionari del portafoglio, il direttore legale di Minag, Orlando Díaz, ha insistito sulla necessità di promuovere l'educazione della cura degli animali come parte di una politica nazionale.

L'incontro è avvenuto dopo che un gruppo di protettori degli animali ha chiesto dettagli sull'approvazione del regolamento, annunciato dall'istituzione per questo mese.

Il decreto fa appello alla sensibilità e si impegna a una maggiore responsabilità sociale, istituzionale ed educativa, ha detto Díaz dopo il dialogo.

Parlando con questa agenzia, Sheyla Chirino, una delle attiviste, ha ritenuto essenziale mantenere la comunicazione tra i protettori degli animali e il Ministero, con questo obiettivo.

Nell'ambito di questa agenda comune, i partecipanti si sono interessati ad argomenti come la criminalizzazione del maltrattamento in tutte le sue forme, le norme di lavoro negli ambulatori e nelle cliniche dedicate alle cure veterinarie e la revisione e il chiarimento del concetto di animali affettivi.

Hanno anche insistito sulle regole del lavoro autonomo in medicina veterinaria, la necessità di rifugi per animali con condizioni di base, senza sovraffollamento, con sterilizzazione e sanzioni severe per i giochi illeciti con animali, tra le altre richieste.

"Abbiamo atteso a lungo il Decreto del Benessere Animale di fronte agli abusi, abbandoni e mutilazioni di animali", ha detto l'attivista.

"Lo scambio è stato fruttuoso, hanno chiarito molti dubbi, ora non ci resta che aspettare il Decreto", ha detto.

Molte delle questioni discusse sono già incluse nel progetto legge e, quindi saranno presenti nel Decreto, ha assicurato il direttore legale del Minag.

Secondo Díaz, il lavoro principale di entrambe le parti dovrebbe ora concentrarsi sul rafforzamento degli aspetti educativi e culturali e sull'applicazione delle normative a coloro che danneggiano il benessere degli animali.

"Il Decreto, inoltre, consoliderà lo scambio tra il Ministero e gli animalisti perché da quando abbiamo iniziato questo lavoro abbiamo aperto uno spazio sul portale web e sui social network per ricevere i pareri e abbiamo fatto un invito a commentare il Decreto", ha detto lo specialista.

Un gruppo del Minag con 42 rappresentanti di diverse organizzazioni e associazioni, sta lavorando dallo scorso anno su questo decreto per il paese caraibico.

Inizialmente l'approvazione era prevista per il novembre del 2020, un mese che iniziò con un invito a presentare commenti sulla proposta di legge.

Di conseguenza, il Minag ha ricevuto più di 600 opinioni e 16000 visite nel suo sito ufficiale, sono stati concepiti incontri con gruppi di protettori e figure della società e della cultura, come Silvio Rodríguez.

La questione rimane nell'agenda pubblica sin dal processo di referendum costituzionale, dove è stata sollevata la necessità di emanare una norma specifica per la protezione degli animali.

È uno sforzo congiunto per costruire una politica per il benessere degli animali a Cuba, ha detto Díaz.

"La novità è che abbiamo raggiunto una norma specifica per il benessere, ma nella legislazione attuale abbiamo anche altri strumenti per questo, come la Legge 81 dell'Ambiente o la Legge Forestale, che dimostra che il benessere animale è sempre stato una preoccupazione costante", ha concluso.

Elizabeth Borrego Rodriguez, giornalista di Prensa Latina 

la foto del gatto è di Gabriel Guerra Bianchini