Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Le Forze Armate Venezuelane assediano i gruppi irregolari

Caracas, 30 mar (Prensa Latina) Le Forze Armate Nazionali Bolivariane (FANB) continuano oggi l'assedio delle bande paramilitari e della criminalità organizzata provenienti dalla Colombia, ha riferito il capo del Comando Operativo Strategico, Remigio Ceballos.

 

"Continuiamo a dare colpi pesanti a questi gruppi armati irregolari (...). Stiamo solo iniziando, aumentando la forza in tutte le aree del territorio nazionale e anche nella lotta irregolare contro tutte le minacce”, ha sottolineato sul social Twitter l'alto comando militare.

 

"Stiamo perseguendo la ricerca e la cattura di questi trafficanti di droga (...), per portarli davanti alla giustizia nazionale e far valere la legge", ha aggiunto Ceballos sulla piattaforma di comunicazione.

 

In precedenza, il ministro della Difesa Vladimir Padrino aveva denunciato che i commandos irregolari del paese vicino instillavano il terrore nella popolazione civile dei confini; "Attraversano il fiume, fanno le loro scaramucce e ritornano in Colombia con la protezione delle loro autorità", ha detto.

 

In dichiarazioni recenti, il presidente Nicolás Maduro ha denunciato l'escalation di aggressioni contro Venezuela al confine con la nazione colombiana, svolte per creare uno scenario di confronto tra i due paesi.

 

Il presidente ha espresso il suo sostegno alle operazioni delle Forze Armate Nazionali Bolivariane (FANB) e degli Organi di Sicurezza nello stato di Apure, per neutralizzare i paramilitari del paese vicino.

 

Maduro ha affermato che i servizi di intelligence e l'esercito colombiano coordinano le azioni con alcuni di questi gruppi irregolari e assegnano loro missioni in Venezuela, in coordinamento con il Comando Sud degli Stati Uniti.

 

Il presidente Nicolás Maduro ha ratificato l'ordine di tolleranza zero con queste bande criminali e ha chiesto il pieno sostegno della popolazione di confine per difendere la pace e la sovranità nell'unione civico-militare.

 

"In Venezuela non ci sarà la guerra, ci sarà la pace e la sovranità garantite dalle Forze Armate Nazionali Bolivariane", ha concluso il capo dello stato.

 

Ig/wup