Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Milioni di opere culturali perse in Ibero-America

Bogotá, 30 mar (Prensa Latina) La pandemia della COVID-19 ha fatto perdere quasi tre milioni di posti di lavoro nel settore culturale dei paesi iberoamericani, riconosce oggi uno studio regionale svolto in tre fasi da istituzioni internazionali.

 

Secondo l'indagine, la metà delle aziende del settore ha registrato un calo delle vendite e, nel caso dei cosiddetti liberi professionisti o lavoratori autonomi, la riduzione del reddito è stata di quasi due terzi.

 

I risultati hanno dimostrato che la creazione del valore economico del settore culturale ha registrato una diminuzione del 14% nella seconda metà del 2020, rispetto a lo stesso periodo dell'anno precedente, e ha ricordato che le industrie creative occupano tra il 2 e il 4% del PIL nell'area.

 

Altri dati avvertono che entro giugno la cancellazione delle attività ha raggiunto l'83% degli spazi culturali, ha colpito più di 2.000 cinema, 6.000 teatri, 7.000 musei, circa 22.000 biblioteche e 11.000 centri culturali di quelle nazioni.

 

La ricerca ha incluso dati economici provenienti da Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Messico, Perù, Paraguay e Uruguay e le conclusioni di un sondaggio applicato a più di 6.000 lavoratori e impresari della cultura.

 

Ig/dgh