Articles

Argentina rifiuta nuove manovre militari alle Malvine

Buenos Aires, 9 apr (Prensa Latina) Argentina ha espresso oggi la sua più energica condanna per le nuove esercitazioni missilistiche militari nelle Isole Malvine, territorio in conflitto con il Regno Unito dal 1833.

 

In una nota del Ministero degli Esteri ha respinto le manovre militari e in particolare il lancio di missili, nel territorio argentino illegittimamente occupato dal Regno Unito.

 

Questa azione, afferma la dichiarazione, costituisce una dimostrazione di forza ingiustificata e un deliberato allontanamento dagli appelli di numerose risoluzioni delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali, che sollecitano entrambe le parti a riprendere i negoziati per trovare una soluzione pacifica alla controversia su quel territorio. 

 

Allo stesso modo, il governo argentino ha sottolineato di aver informato la sua ambasciata nel Regno Unito che quella nazione europea effettuerà nei prossimi giorni esercitazioni militari illegittime nell'area delle Isole Malvine, che includeranno il lancio di missili Rapier.

 

Argentina ha inviato al governo britannico una forte nota di protesta in cui osservava che la persistenza di esercitazioni militari nell'Atlantico meridionale contravviene alla risoluzione ONU 31/49, che esorta entrambe le parti ad astenersi dall'adottare decisioni unilaterali.

 

"La presenza militare e il lancio di missili contraddice anche la risoluzione ONU 41/11 che invita gli Stati di tutte le altre regioni, in particolare gli Stati militarmente importanti, a rispettare la regione del Sud Atlantico come zona di pace e cooperazione", termina la Nota.

 

 

Ig/may