Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Palestina attende il ritorno di Lula alla presidenza del Brasile

Brasilia, 31 mag (Prensa Latina) L'ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva è un grande amico del popolo palestinese che, per la preferenza odierna che oggigiorno si è guadagnato alle urne, attende il suo ritorno al potere dopo le elezioni del 2022 in Brasile.

Lo ha affermato Basem Naim, membro dell'Ufficio politico del Movimento di Resistenza Islamica Palestinese (Hamas), in un'intervista a TV 247 della Striscia di Gaza.

“Brasile è un paese importante dell'America Latina. Siamo molto rattristati per il suo passaggio all'estrema destra ", ha detto Naim, che è un medico di professione e anche un membro del Comitato per le relazioni estere di Hamas.

“Devo dire che siamo molto grati per il sostegno brasiliano nel corso degli anni alla storia del nostro popolo. Questa difesa è iniziata in particolare durante la presidenza di Lula ed è stata un grande e vigoroso sostegno per la nostra causa", ha affermato.

Ha riflettuto non solo sul rapporto personale con Lula, "ma abbiamo la sensazione che ci sia un impegno dei leader brasiliani con la libertà e la dignità del popolo palestinese e la liberazione della Palestina".

Naim, ministro della Salute palestinese tra il 2007 e il 2012, ha rivelato di essere rimasto scioccato dalla brusca svolta politica del Brasile verso l'estrema destra dall'arrivo al potere del presidente Jair Bolsonaro nel gennaio 2019.
Il leader politico di Hamas ha anche alluso alle varie aggressioni degli occupanti della Palestina, riferendosi a Israele.

"Hanno tutto ciò di cui hanno bisogno per continuare l'aggressione contro la nostra gente e continuare ad occupare la nostra terra", ha denunciato.

Recentemente Israele e Palestina hanno deciso di porre fine a 11 giorni di ostilità che hanno provocato più di 200 morti, la distruzione di infrastrutture e ingenti danni materiali nella Striscia di Gaza, multiple obiettivo di attacchi aerei israeliani.

Ig/ocs