Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Cuba ribadisce l'impegno per una migrazione sicura e ordinata

L'Avana, 31 mag (Prensa Latina) Il Ministero delle Relazioni Internazionali cubano ha ribadito oggi la volontà di garantire una migrazione regolare, ordinata e sicura, dopo un recente naufragio avvenuto vicino alle coste degli Stati Uniti.

Tramite il suo account Twitter ufficiale, Ernesto Soberón, direttore generale del ministero degli Affari consolari e Attenzione ai residenti cubani all'estero, ha assicurato che la nazione del nord "dovrebbe agire allo stesso modo, per evitare ulteriori vittime".

In un altro tweet, l'ufficiale ha inviato le condoglianze alle famiglie e agli amici delle vittime dell'incidente, in cui due immigrati cubani sono morti e 10 sono scomparsi nell'estremità meridionale della Florida.

Secondo quanto riportato dalla stampa, il 27 maggio l'equipaggio di una nave della Guardia Costiera degli Stati Uniti ha visto diverse persone in acqua, ma è riuscito a salvare solo otto sopravvissuti e recuperare le salme dei defunti.

Il giorno prima, la nazione del nord ha segnalato la sospensione delle ricerche, senza riuscire a trovare il resto degli immigrati.

Secondo le testimonianze dei sopravvissuti, la barca su cui viaggiavano è partita da Cuba il 23 e la notte del 27 la barca si è capovolta, provocando la scomparsa delle 10 persone.

Oggi, il ministro delle Relazioni Internazionali cubano, Bruno Rodríguez, ha assicurato che la chiusura del consolato statunitense a L'Avana, il trasferimento dei suoi servizi a paesi terzi e la validità della legge di adeguamento cubana del 1966 (che incoraggia le persone a lasciare il paese illegalmente e mettere in pericolo la loro vita), impediscono una migrazione sicura, ordinata e regolare.

"La decisione politica degli Stati Uniti costa vite umane", ha sentenziato.

Ig/cgc