Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Colombia chiede un reddito di base per le famiglie bisognose

Bogotà, 2 giu (Prensa Latina) La creazione di un reddito di cittadinanza per le persone colpite dalla pandemia della COVID-19 è una delle richieste delle mobilitazioni che si svolgeranno oggi in Colombia nell'ambito dello sciopero nazionale.

Secondo il Coordinamento Colombia-Europa-Stati Uniti, rete formata da 285 organizzazioni sociali e per i diritti umani, il reddito di cittadinanza in questo paese è necessario e urgente perché contribuisce a salvare vite minacciate dalla mancanza di cibo e beni di prima necessità.

 

Inoltre, consentirà contrastare gli effetti dannosi della pandemia come l'aumento della disoccupazione, il fallimento delle piccole imprese e le restrizioni al commercio informale.

 

Sempre in questa giornata si svolgerà al Senato del Congresso un'audizione pubblica (bicamerale) sul DL 402 del 2021, attraverso il quale si propone di creare il programma di reddito di base come politica permanente dello Stato.

 

Il progetto, sostenuto da più di 50 membri del Congresso, è stato costruito insieme al pubblico, il cui testo è basato su una lettera inviata al presidente Iván Duque alla fine di gennaio.

 

L'iniziativa ha 16 articoli e in questi spiega l'importo, la periodicità, le fonti di finanziamento, tra gli altri aspetti, e i suoi punti principali, che si basano sul fatto che è un diritto del cittadino.

 

Vuole beneficiare 7,4 milioni di famiglie, circa 30 milioni di colombiani, non influirà sulle finanze dello Stato perché si stima che il suo costo sia solo il 3,7% del PIL.

 

Tuttavia, il governo di Iván Duque afferma che seguirà il piano se verrà approvata una riforma fiscale che garantisca la raccolta delle risorse.

 

Una proposta di riforma fiscale del governo che aumenterebbe le tasse e creerebbe nuovi prelievi ha acceso la rabbia popolare che ha portato allo sciopero del 28 aprile.

 

Ig/otf