Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Latini negli Stati Uniti sono tra i più colpiti dalla violenza della polizia

Washington, 4 giu (Prensa Latina) Secondo i media di oggi, negli Stati Uniti i latini muoiono per mano della polizia in una percentuale maggiore rispetto ai bianchi.

Gli ispanici hanno quasi il doppio delle probabilità dei bianchi di essere uccisi dalla polizia nonostante siano la prima minoranza con poco più di 60 milioni di persone su una popolazione totale di circa 331 milioni, secondo i dati del 2020 dell'Ufficio del Censimento.

Secondo una nuova analisi preliminare, negli ultimi sei anni più di 2.650 latini sono morti nel paese sotto custodia della polizia o per azioni della forza pubblica.

Le cifre citate dal progetto Raza Database cercano di evidenziare i nomi dei latini colpiti, di cui non si parla tanto a livello nazionale quanto dei casi di persone afroamericane uccise dalle azioni degli agenti di polizia, come George Floyd, sostengono attivisti della comunità.

Le statistiche indicano che dal 2014 al maggio di quest'anno il numero di latini uccisi dalla polizia è aumentato del 24%, a cui dobbiamo aggiungere che il Washington Post ha sottolineato questa settimana che hanno il 55% in più di probabilità di essere colpiti  dalla polizia rispetto ad un obiettivo non ispanico.

"Il problema è che il governo non considera questi dati, ed invece dovrebbe farlo", sottolinea in un'intervista l'accademico Roberto Rodríguez, leader del progetto Raza Database.

Affrontando il problema delle principali minoranze della nazione, latinoamericani e afrodiscendenti, l'accademico ha affermato che il numero di latinoamericani e afroamericani uccisi dal 2000 per mano della polizia è quasi lo stesso. "Ma la differenza è che quando uccidono un latino è quasi un segreto", ha detto.

I rapporti di morte analizzati dal Raza Database attribuiscono la maggior parte a colpi di arma da fuoco o sparatorie con la polizia. "A volte la polizia deve solo dire che l'altra persona aveva una pistola o quella che pensava fosse una pistola, anche se quella persona invece aveva solo un cellulare in mano", ha sentenziato Rodríguez.


Ig/lb