Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Siria esige che Israele sia ritenuto responsabile degli attacchi contro il suo popolo

Siria esige che Israele sia ritenuto responsabile degli attacchi contro il suo popoloDamasco, 10 giu (Prensa Latina) Il governo siriano ha esortato oggi il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ad agire immediatamente per fermare gli attacchi di Israele sul suo territorio e per ritenere Tel Aviv responsabile delle sue aggressioni e violazioni.

Chiediamo azioni che obblighino l'entità israeliana a rispettare le risoluzioni internazionali relative all'accordo sulla separazione delle forze e perseguire tutte le parti coinvolte nel sostegno al terrorismo e negli attacchi che violano la sovranità siriana, ha esortato il ministero degli Esteri con lettere indirizzate al Segretario Generale delle Nazioni Unite e il presidente del Consiglio di Sicurezza.

Ha precisato che la recente aggressione avvenuta martedì scorso ha coinciso con un'escalation di attacchi criminali da parte di gruppi terroristici armati contro la popolazione civile nelle zone libere dal terrorismo.

Ha anche collocato l'attacco nel contesto della sistematica campagna di propaganda degli Stati Uniti e di alcuni paesi occidentali per estendere il meccanismo illegale di aiuti transfrontalieri al Consiglio di Sicurezza,

I ripetuti attacchi israeliani non hanno avuto successo e non pregiudicheranno la volontà e l'intenzione della Siria di riconquistare il Golan occupato o il cammino per ricostruire il paese, afferma la lettera.

Martedì, le unità di difesa antiaerea dell'esercito siriano hanno respinto un attacco missilistico israeliano contro varie postazioni nel centro e nel sud del paese, in cui hanno perso la vita sette soldati.

Secondo le autorità di Damasco, Israele ha perpetrato circa 100 attacchi contro il territorio siriano nel 2020 e quest'anno sono già 15.

Ig/fm