Articles

Prensa Latina ha ricevuto innumerevoli congratulazioni per il suo 62° anniversario

L'Avana, 16 giu (Prensa Latina) I mass media di tutto il mondo si sono congratulati oggi per il 62° anniversario dell'Agenzia di Informazione Latinoamericana Prensa Latina (PL), fondata nel 1959 in difesa della verità su Cuba e sulla regione.

Nei messaggi inviati alla Presidenza, i dirigenti della rivista CubaPLUS e di Almayadeen, una stazione televisiva panaraba con sede in Libano, hanno riconosciuto il contributo di PL in difesa degli ideali rivoluzionari.

Il suo lavoro è stato riconosciuto in numerose battaglie politiche a favore dei diritti di tutti i popoli, riconosce il testo firmato da Dominic Soave, direttore generale di CubaPLUS.

"Siamo estremamente soddisfatti e grati di avere sempre conosciuto professionisti altamente qualificati che non ci hanno mai deluso", aggiunge.

Nel frattempo, Ghassan Ben Jeddou, direttore di Almayadeen, ha elogiato la lunga storia dell'Agenzia Latinoamericana, che ha descritto come un mezzo informativo per il Sud del mondo.

Prensa Latina "ha una lunga storia militante da cui tutti apprendiamo e ne siamo orgogliosi, e come potrebbe non essere così, avendo il grande onore di avere tra i suoi fondatori il Guerrigliero Eroico, Ernesto Che Guevara", si legge nella lettera.

Quest'opera contrasta con le difficili circostanze causate dal bloqueo ingiusto e disumano imposto dagli Stati Uniti contro il popolo cubano, e riconosce anche la politica di intimidazione e distorsione che minaccia la sua Rivoluzione.

Il 16 giugno 1959 nasce Prensa Latina nel contesto del confronto tra la trionfante Rivoluzione cubana e le campagne di disinformazione dei monopoli mediatici dell'epoca.

L'agenzia è nata con una definita impronta latinoamericana e il suo fondatore e primo direttore, il giornalista argentino Jorge Ricardo Masetti, ha dettagliato la sua linea editoriale come "oggettiva, ma non imparziale".

Attualmente trasmette più di 400 notizie quotidiane in spagnolo, inglese, francese, portoghese, italiano e russo, su un ampio spettro di argomenti.

Ig/ebr