Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Si intensifica la campagna per la liberazione del diplomatico venezuelano

Caracas, 18 ott (Prensa Latina) Organizzazioni rivoluzionarie e movimenti sociali venezuelani intensificano oggi la campagna per la liberazione del diplomatico Alex Saab, a seguito della decisione di Capo Verde di estradarlo negli Stati Uniti.

Dopo che la notizia è stata resa nota, il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV), la gioventù socialista, i gruppi di solidarietà, le personalità e altri si sono uniti alla campagna per denunciare l'illegalità e il ruolo di Washington e dei suoi alleati nell'arresto arbitrario e illegale di Saab.

 

Il nome dell'inviato speciale è diventato una tendenza nei social network questo lunedì, mentre il presidente Nicolás Maduro ha assicurato ieri di avere il sostegno dei venezuelani che credono e difendono la verità come la massima risposta alle sistematiche violazioni degli Stati Uniti e dei suoi complici.

 

"Se la narco-oligarchia di Iván Duque (presidente della Colombia), se Juan Guaidó e gli imperialisti coinvolti in questo rapimento credono che il popolo venezuelano avrà paura e che ci arrenderemo, si sbagliano di grosso. Ora abbiamo più forza che mai per lottare per la Rivoluzione contro l'imperialismo, per la giustizia e la verità”, ha affermato il capo dello stato.

 

Maduro ha chiamato a unirsi, a diffondere la persecuzione e l'aggressione contro questo diplomatico torturato e privato di tutti i suoi diritti umani.

 

Ha sottolineato che la Casa Bianca sapeva che con il rapimento di Saab “stava pugnalando il tavolo di dialogo. Non vogliono il dialogo. Ma, impero o non impero, Venezuela andrà avanti”.

 

Il presidente ha precisato che il governo bolivariano adotterà le azioni appropriate in tutte le istanze internazionali.

 

Ha annunciato che Venezuela sta negoziando alle Nazioni Unite con lo scopo di risolvere il caso Saab e ha sottolineato che la verità e la giustizia prevarranno.

 

Ig/ycv