Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

"Scomparso" a Cuba sbarca a Madrid

I media negli Stati Uniti e in Spagna hanno fatto eco delle lamentele della sedicente organizzazione Arcipelago sulla presunta scomparsa a Cuba di uno dei suoi membri, Yunior García, che invece è arrivato a sorpresa oggi a Madrid.

 

 

Nell'ambito degli attacchi mediatici a Cuba, la CNN e altri speravano di avviare una campagna in più per cercare di incolpare il governo dell'isola per presunti arresti, sparizioni e violazioni dei diritti umani, nel contesto attuale di un'intensificata destabilizzazione sostenuta dalla Casa Bianca.

 

Tuttavia, García li ha lasciati, letteralmente, senza parole in sintonia con le notizie pubblicate questo mercoledì da alcune agenzie internazionali.

 

"Uno dei principali promotori delle manifestazioni contro il governo di Cuba indette questo lunedì (15 novembre), è in Spagna dopo che lo scorso fine settimana non ha potuto realizzare i suoi piani di sfilare per le strade de L’Avana ed è sbarcato a Madrid", ha riferito Europa Press.

 

Arcipelago, un giorno prima, aveva informato la CNN che uno dei suoi membri era "scomparso dal 14 novembre".

 

Hanno infatti espresso preoccupazione per il fatto che "García si sarebbe comunicato per l'ultima volta con la sua squadra domenica alle 6 del pomeriggio" e che qualcuno del gruppo fosse addirittura andato il giorno prima "a casa sua per cercare di determinare la sua situazione, ma dopo aver chiamato per più di un'ora” nessuno ha aperto o risposto alla sua porta. 

 

L'organizzazione rivendicava "la prova di vita di Yunior García" ed ecco qua: ha preso il volo e, secondo fonti diplomatiche spagnole, la sua partenza dal paese è avvenuta "su sua richiesta" attraverso passaggi che sono stati fatti con discrezione (tanto che né la sua squadra lo sapeva).

 

Quello che è successo ha sorpreso la piattaforma, che lo considerava ancora "scomparso" sulla sua pagina nella rete sociale Facebook mercoledì, quando la verità è che martedì è partito per Madrid su un volo Iberia in compagnia di sua moglie, Dayana Prieto.

 

García, che ha legami con elementi terroristici con sede a Miami, di cui Cuba ha presentato le prove, intendeva svolgere una manifestazione (incostituzionale) il 15 novembre, lo stesso giorno in cui il paese caraibico ha iniziato la transizione alla nuova normalità dopo il controllo della pandemia della COVID-19.

 

Il ministro delle Relazioni Internazionali cubano Bruno Rodríguez Parrilla ha sottolineato lunedì che l'isola ha vissuto una giornata tranquilla, con l'inizio delle lezioni nelle scuole e numerose attività dopo due anni di quarantena.

 

Riferendosi al ruolo del governo degli Stati Uniti nella campagna contro la maggiore delle Antille, Rodríguez ha sottolineato che "la sceneggiatura non è stata buona e la messa in scena è stata peggiore".

 

Deisy Francis Mexidor, giornalista di Prensa Latina