Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

La settimana culturale a Cuba rievoca l'opera dello scrittore italiano Pier Paolo Pasolini

L'Avana, 24 nov (Prensa Latina) La XXIII Settimana della Cultura Italiana a Cuba oggi rievoca l'eredità di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), scrittore, poeta e regista venerato nel paese europeo per la sua prolifica opera e le sue ideologie politiche.

Nell'ambito delle celebrazioni per il centenario della nascita, l'incontro rende omaggio all'attore, giornalista e pittore, con un'esposizione di manifesti ideati nell'ambito di un concorso di grafica ispirata alla sua opera.

Allo stesso modo, l'appuntamento propone l'approccio alla vita di questa figura con la proiezione del film Pasolini, un delitto italiano, diretto nel 1995 da Marco Tullio Giordana, che si basa sul suo omicidio.

Il film ricostruisce anche gli eventi accaduti dopo la sua morte (2 novembre 1975), presumibilmente per mano di Pino Pelosi e di almeno un altro complice, che lo hanno picchiato selvaggiamente.

Nel corso della storia sono emerse diverse versioni dei fatti, sia per le incongruenze nelle dichiarazioni di Pelosi, sia per la lista dei nemici neofascisti e politici, coltivata da Pasolini a causa della sua ideologia.

La settimana culturale dell'isola quest'anno ha reso omaggio a Dante Alighieri nel 700° anniversario della sua morte con l'inaugurazione di una scultura nella Plazuela de Santo Domingo, realizzata dal Premio Nazionale per le Arti Plastiche José Ramón Villa Soberón.

Ig/lb