Articles

La solidarietà condanna il bloqueo statunitense che ostacola le politiche ambientali a Cuba

L'Avana, 17 gen (Prensa Latina) Attivisti e organizzazioni di solidarietà hanno denunciato oggi l'impatto della politica ostile degli Stati Uniti nei confronti di Cuba nell'avanzamento delle strategie ambientali durante un forum convocato virtualmente.

L'incontro, organizzato dall'Istituto Cubano dell'Amicizia con i Popoli (ICAP), ha riunito partecipanti provenienti da 28 nazioni per analizzare la conservazione dell'ambiente, il confronto con gli effetti negativi del cambiamento climatico, nonché l'eredità dello storico Fidel Castro in questo senso. Con il titolo “La sfida di salvare la vita. Cambiamento climatico e bloqueo di Cuba”, l’incontro ha anche riconosciuto la volontà politica dell'isola per la conservazione dell'ambiente, secondo il blog dell'ICAP “Siempre con Cuba”. In questo senso, la specialista del Ministero della Scienza, della Tecnologia e dell'Ambiente, Daymi Álvarez, ha condannato l'impatto dell'assedio di Washington per lo sviluppo di politiche ambientali come la “Tarea Vida”. Da parte sua, la presidentessa della Società Civile per il Patrimonio, la Comunità e l'Ambiente del centro storico della capitale, Marta Oneida Pérez, ha denunciato gli ostacoli all'arrivo delle donazioni a tale organizzazione. Il forum virtuale ha anche condannato l'inclusione di Cuba nell'elenco del governo degli Stati Uniti dei paesi che sponsorizzano il terrorismo, le azioni sovversive promosse e finanziate da Washington contro Cuba e le campagne mediatiche per attaccare l'ordine interno dell’isola. Ig/ebr