Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Iran è il primo paese a produrre vaccini cubani anti-COVID-19

L'Iran sarà il primo paese a produrre vaccini cubani anti-COVID-19 con l'avvio di un impianto di produzione dell'immunogeno PastoCorona, inaugurato ieri a Teheran.

 

"L'inaugurazione dell'impianto di vaccinazione PastoCorona in Iran consolida la collaborazione scientifica e l'inserimento internazionale delle aziende BioCubaFarma", ha affermato in un messaggio su Twitter il presidente di questa entità caraibica, Eduardo Martínez.

 

Il nuovo centro per la produzione in serie del vaccino PastoCorona è il risultato del trasferimento, all'Istituto Pasteur, della tecnologia del vaccino cubano Soberana02, risultato scientifico dell'Istituto dei Vaccini Finlay.

 

Soberana02 è il primo vaccino coniugato al mondo contro la COVID-19 ed in Iran è commercializzato come PastuCovac, affermano gli esperti del settore consultati.

 

Il fatto dimostra l'attuazione dei risultati scientifici di Cuba messi a disposizione della salute e del benessere sociale di paesi particolari come Iran e della comunità internazionale in generale.

 

Questo impianto produttivo è la dimostrazione dei frutti che provengono dagli incontri precedenti la XVIII sessione della Commissione Intergovernativa Cuba-Iran, che svolge i suoi dibattiti e lavora in commissioni di esperti a Teheran fino a domani, martedì.

 

La struttura è stata inaugurata ieri dal Vice Primo Ministro di Cuba, Ricardo Cabrisas, e dal Ministro della Salute dell'Iran, Bahram Ainollahi, accompagnati dal Primo Vice Presidente dell'azienda cubana BioCubaFarma, Mayda Mauri.

 

All'atto di avvio dell'impianto erano presenti rispettivamente il direttore generale e vicedirettore dell'Istituto dei Vaccini Finlay di Cuba, Vicente Verez e Yuri Valdés.

 

Cuba è stato il primo paese nel mondo in via di sviluppo a generare i propri vaccini, ha affermato Cabrisas, osservando che la nazione ha tre vaccini registrati e altri due candidati al vaccino in fase di sperimentazione clinica.

 

Gli scienziati cubani e il personale sanitario hanno saputo crescere nella cura della popolazione e nello sviluppo e produzione di attrezzature, farmaci e dispositivi per alleviare le conseguenze della COVID-19, ha concluso Cabrisas.

 

Yosvany Noguet Rodriguez, corrispondente di Prensa Latina in Iran