Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Lula propone di difendere l'Amazzonia e le popolazioni indigene del Brasile

Brasilia, 21 giu (Prensa Latina) L'ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva ha proposto oggi di difendere l'Amazzonia, combattere la deforestazione e proteggere le popolazioni indigene, secondo un documento che ufficializza i suoi piani per un futuro governo in Brasile.

 

Chiamato Linee guida per il programma di ricostruzione e trasformazione del Brasile, il testo è composto da 121 punti e attraversa anche diverse questioni, come la riforma del lavoro, Petrobras, il rispetto delle leggi ambientali, il tetto di spesa, il rafforzamento della democrazia e i programmi di lotta alle disuguaglianze e fame.

 

"Questo documento contiene un riassunto di ciò che pensano tutti coloro che sono in questa marcia", ha affermato Gleisi Hoffmann, presidente del Partito dei Lavoratori (PT), a capo del movimentoVamos Juntos por Brasil, composto da altre sei organizzazioni politiche, a sostegno del duo elettorale Lula-Gerardo Alckmin (in qualità di vicepresidente).

 

Secondo Carlos Siqueira, timoniere del Partito Socialista Brasiliano, l'unità di queste comunità è importante per sconfiggere il leader di estrema destra Jair Bolsonaro alle elezioni di ottobre.

 

Ha aggiunto che "le persone potranno darci suggerimenti, quali strade dovremmo seguire, quali sono le loro proposte per migliorare. Così si ricostruisce il paese. La vita delle persone è la priorità. Ecco la soluzione per il Brasile, non ho dubbi", ha sottolineato.

 

Riabilitato in politica dopo aver recuperato i suoi diritti, Lula cercherà un terzo mandato alle prossime elezioni dopo aver scontato 580 giorni di carcere politico ed aver ottenuto l’annullamento della sua condanna.

 

Nessun altro candidato a Palazzo Planalto (sede del Potere Esecutivo) mette in ombra chi guida tutti i sondaggi d'opinione con un apprezzabile vantaggio, nonostante le intenzioni di rielezione di Bolsonaro.

 

Ig/ocs